rotate-mobile
Politica

Risorse dal Pnrr per la sanità in Sicilia, il Pri chiede confronto con l'assessorato alla Sanità

Nei giorni scorsi si sono riuniti i componenti della Federazione Provinciale del Partito Repubblicano di Messina per discutere sulla riforma del sistema sanitario siciliano che verrà avviato a breve in Sicilia grazie  ai fondi del PNRR.

Più di 90 milioni di euro di risorse sono stati destinati alla costruzione, in tutta la Sicilia, di 43 ospedali di comunità, 156 case di comunità e 50 centrali operative territoriali. 

Nel dettaglio, nella Provincia di Messina saranno  realizzati 6 ospedali di comunità 21 case di comunità e 7 centrali operative territoriali.

L’obiettivo di tale iniziativa è quello di migliorare concretamente il livello qualitativo e quantitativo dei servizi offerti ai cittadini che fino ad oggi a Messina ma anche in diverse altre realtà devono fare i conti con lunghissime liste di attesa. Spesso e volentieri infatti per fare accertamenti diagnostici di particolare valenza (Tac oppure una Risonanza) si deve aspettare anche un anno.

Nell’incontro al quale ha partecipato anche il consigliere comunale di Messina avvocato Salvatore Papa è emersa la speranza che tale iniziativa portata avanti dal Governo Regionale possa migliorare il rapporto tra popolazione e sanità pubblica che oggi sta attraversando un momento di forte crisi causata anche dalla passata emergenza Covid.

La Federazione Provinciale del Pri di Messina ritiene necessario, pertanto, un confronto con le autorità preposte (assessorato regionale alla Sanità) per avere un quadro più dettagliato e approfondito delle iniziative che verranno intraprese che senza dubbio avranno anche una notevole ricaduta in ambito lavorativo per molti giovani che in questi anni in maniera precaria hanno lavorato nella sanità cittadina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risorse dal Pnrr per la sanità in Sicilia, il Pri chiede confronto con l'assessorato alla Sanità

MessinaToday è in caricamento