Bilanci arretrati del Comune di Milazzo, torna il commissario Messina

Il funzionario della regione si è insediato e ha già incontrato il sindaco Formica che ha spiegato le difficoltà di Palazzo d'Aquila, compresa l'assenza del segretario generale. Chiesta la collaborazione degli ordini del commercialisti di Patti e Barcellona

Carmelo Messina, commissario ad acta nominato nell’agosto dello scorso anno per approvare i bilanci arretrati del Comune di Milazzo è tornato a palazzo dell’Aquila per occuparsi non solo della approvazione degli strumenti finanziari

Il funzionario del dipartimento regionale delle Autonomie, si è insediato al Comune di Milazzo il dottor Carmelo Messina, in esecuzione di un decreto dell’assessorato regionale per l’approvazione del bilancio di previsionale 2019/2021 e del Consuntivo 2018. E’ stato l’assessore Bernadette Grasso a firmare una serie di decreti che sostanzialmente commissariano quasi tutti i Comuni che sono in ritardo sui bilanci. Messina era stato già a Milazzo lo scorso anno – e di fatto non ha concluso quel mandato – per la definizione degli strumenti finanziari previsionali e consuntivi arretrati sino ai giorni del dissesto.

Il commissario ha incontrato il sindaco Formica e il vicesegretario generale, Bucolo. Il primo cittadino ha informato Messina dell’adozione del previsionale 2018/20 e della trasmissione al Collegio dei revisori dei conti per il parere di competenza. Il commissario, preso atto degli strumenti finanziari sin qui approvati dall’ente, ha evidenziato che i ritardi sin qui accumulati sui tempi previsti dalla normativa potrebbero comportare conseguenze negative nell’attività amministrativa del Comune e ha invitato pertanto l’Amministrazione ad adoperarsi per tentare di recuperare il tempo perduto.

Il sindaco ha anche spiegato le difficoltà nelle quali si trova palazzo dell’Aquila, “privo di ragioniere generale e con una significativa carenza di personale qualificato nel settore finanziario, di fatto retto da poche unità, peraltro titolari di contratto di lavoro a tempo determinato”.

Ad aggravare la situazione anche il trasferimento presso altro ente del segretario generale che aveva garantito un’efficace attività di coordinamento e controllo sui procedimenti di formazione dei documenti contabili. Evelina Riva ha infatti lasciato l'incarico a fine luglio per la segreteria generale del Comune di Ragusa.

L’Amministrazione ha anche sottolineato l’impossibilità per il Comune di assumere personale con competenze specialistiche in assenza dei bilanci approvati, comunicando al commissario di avere attivato dei percorsi di collaborazione con gli ordini dei commercialisti di Patti e di Barcellona per beneficiare del supporto di un gruppo di professionisti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca a caccia di prostitute, tra i clienti anche un avvocato: multe fino a 40mila euro

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Alessandra Mirti Della Valle e Aurelio De Luca, matrimonio dell'anno al Monte di Pietà

  • Scontro tra un ciclista e un pedone, 17enne perde un rene

Torna su
MessinaToday è in caricamento