Salvini in piazza a Barcellona si rivolge ai migranti: “Questi non sono i turisti che vogliamo”

Il leader del Carroccio risponde così ai contestatori affacciati al balcone dello Sprar. L'accoglienza “calda” anche a Milazzo

Matteo Salvini durante il comizio a Barcellona

Oltre 150 contestatori lo hanno "accolto" cantando Bella Ciao e con i cori di "ladro”, “buffone”. Anche nella piazza di Barcellona Pozzo di Gotto, Matteo Salvini - arrivato con quasi un'ora di ritardo rispetto la tabella di marcia - ha dovuto fare i conti con la protesta, dopo quella delle Sardine a Palermo. Tra applausi, contestazioni e cartelli di insulti, il leader della Lega, non si è scomposto più tanto. 

Rivolto al balcone di uno Sprar, con manifestanti che contestavano, ha detto: “Questi non sono i turisti che a noi piacciono, questi sono turisti che noi paghiamo, vogliamo invece quelli che ci portano i soldi, che chi portano economia in questa splendida regione che vive di turismo”. Poi rivolto a quelli che lo chiamavano buffone ha rincarato: “Adottateli voi, uno due tre di questi emigranti, anzichè farlo a spese degli italiani stanchi di aiutare i clandestini mentre loro sono in difficoltà”.

Poi ha spostato il tiro su altri argomenti come quello dell' l'Italia che vuole ripartire e ha bisogno di sostegno economico dopo tanti mesi di lockdown. “Aspettiamo provvedimenti reali e concreti e vigileremo affinchè questi soldi arrivino nelle tasche degli imprenditori, degli italiani”.

Tanti dei suoi argomenti oggi sono stati strettamente legati a Messina, anche durante gli incontri nel palermitano. A cominciare dal feeling con il sindaco Cateno De Luca.

"De Luca nostro candidato alle regionali in Sicilia? Dai, quanti anni mancano ancora... - ha detto a Bagheria - E' vero che durante il lockdown ho messaggiato più volte con lui e gli ho dato la mia solidarietà quando ha ricevuto attacchi. Non so se oggi vi sarà un incontro, mai dire mai", ha detto a Bagheria, rispondendo ai cronisti sulla possibilità di candidare il sindaco di Messina alle prossime regionali nell'isola.

E poi il Ponte sullo Stretto. "Le infrastrutture sono fondamentali per il lavoro. Un ponte che unisca Sicilia e Calabria serve all'Italia, ai siciliani ai calabresi. E dà lavoro a migliaia e migliaia di persone".

Salvini, ha preso oggi anche le difese dell'assessore regionale leghista ai Beni culturali Alberto Samonà, al suo fianco nel tour e al centro delle polemiche per le sue poesie giovanili inneggianti alle Ss di Hitler: "Le polemiche sull'assessore alla Cultura? Io mi occupo di lavoro e lotta alla mafia, non di poesia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il leader del carroccio dopo gli incontri di oggi a Barcellona e con i pescatori di Milazzo, domani sarà a Reggio Calabria ma prima potrebbe fare tappa proprio a Messina per un incontro informale con il sindaco Cateno De Luca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento