rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Comunali, Croce rompe gli indugi anche sul simbolo: "Tutti noi meritiamo di più, ora è tempo di costruire"

Il candidato pronto alla sfida con al fianco "un centrodestra forte". Il messaggio trasversale dopo le polemiche degli ultimi giorni in cui si sono alzati di nuovo i toni. "Nella mia interpretazione di questa campagna elettorale parto da un presupposto preciso e inequivocabile: ogni candidato è una persona che merita il massimo rispetto"

Ingrana la marcia il centrodestra. Dopo il tira e molla sulla candidatura unitaria a Maurizio Croce che non sa ancora se dovrà fare a meno del sostegno della lega, arriva il simbolo che scioglie ogni dubbio sull'ufficialità di una candidatura che entra così nel vivo della campagna elettorale. Con la scritta grande "Maurizio Croce sindaco" su sfondo azzurro e il "baffo" con i colori di Messina, giallo e rosso, sceglie la semplicità.

"La campagna elettorale di un centrodestra forte -  chiarisce Croce -  un flusso che nasce sotto la spinta convinta e decisa dei suoi interpreti, consapevoli e motivati a spendersi con passione e orgoglio per il bene della città di Messina. La nostra è una visione inclusiva e indirizzata su un percorso lungo e appassionante. Ora è il momento di correre, di rilanciare, di credere. Di credere che sia possibile proiettarsi insieme verso la trasformazione profonda di un territorio che adesso vuole, e deve, passare dallo sfondo alla ribalta".

Clima rovente per le amministrative, De Luca attacca: “De Domenico dov’era negli ultimi 5 anni? E Croce di chi è il candidato?”

Poi il messaggio trasversale dopo le polemiche degli ultimi giorni in cui si sono alzati di nuovo i toni fra i candidati. "Nella mia interpretazione di questa campagna elettorale parto da un presupposto preciso e inequivocabile: ogni candidato è una persona che merita il massimo rispetto. Come ogni elettore, come ogni singola anima, qualunque ruolo abbia, della nostra comunità. Quella cittadinanza che, a sua volta, merita decisamente di più: uno scatto in avanti, definitivo, a partire dalla rivendicazione del sacrosanto diritto di superare il clima surreale che ha scandito il recente passato e in parte il nostro presente. Tutti noi meritiamo di più - insiste il candidato del centrodestra -  Inizia un altro tempo: il tempo di costruire. Di costruire un’amministrazione più aperta, un dialogo finalmente proficuo, una comunità migliore. Faccio il mio più sincero in bocca al lupo agli altri candidati: Federico, Franco, Gino e Salvatore, con l’augurio che questa competizione possa concludersi con l’elezione di una guida all’altezza della sfida che ci attende.  Il prossimo sindaco di Messina avrà di fronte la più grande opportunità di sviluppo, evoluzione e cambiamento degli ultimi decenni. Io sono pronto ad assumermi questa importante responsabilità - con clude - Con impegno, serietà e amore".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, Croce rompe gli indugi anche sul simbolo: "Tutti noi meritiamo di più, ora è tempo di costruire"

MessinaToday è in caricamento