Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica Duomo / Corso Cavour

Ex Province, De Luca si barrica a Palazzo dei Leoni e fa lo sciopero della fame

La decisione è determinata dall'insufficienza dei fondi destinati dal governo. La conferenza stampa nella presidenza della sede della Città Metropolitana

Si svolgerà stamane alle ore 11.30, nella Presidenza della Città Metropolitana di Messina, la conferenza stampa del sindaco Cateno De Luca a Palazzo dei leoni dove si barricherà e comincerà  lo sciopero della fame ad oltranza. 

La decisione del sindaco metropolitano è stata determinata dall'insufficienza delle somme stanziate per le ex Province siciliane, insufficienti a salvare i nove Enti di area vasta dell'isola. “Ciò emerge - si legge nella nota del sindaco - dalla discussione, in atto in queste ore in Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, dove è stata prevista la somma di 140 milioni su FSC a fronte dei 350 milioni necessari ad evitare il dissesto finanziario delle ex Province siciliane”.

Nel corso della conferenza stampa sarà fornito il testo in discussione a Roma.

Lo scontro sul rinvio delle elezioni

Nei giorni scorsi, De Luca aveva duramente replicato alle dichiarazioni di Paolo Starvaggi (Pd), nell'acceso scontro sui fondi destinati alleex Province. “Mi compiaccio che almeno, dopo la mia battaglia contro il dissesto delle ex Province, adesso escono come funghi gli estimatori dell’argomento, che con ardite ricette prospettano surreali soluzioni - aveva detto D Luca - Peccato che si tratta della solita aria fritta, la stessa che il segretario del Pd a Messina, Paolo Starvaggi, produce copiosamente pur di applicarsi nel suo sport preferito: l’attacco al Sindaco De Luca pur di nascondere i problemi anche all’interno del suo partito. Ricordo a me stesso quando non più di qualche mese fa, il nostro Starvaggi mi accusava di scarso impegno per una ‘programmazione seria’ per il bene del territorio. Ritengo che la richiesta di utilizzare le somme provenienti dal Fondo Sviluppo e Coesione (Fsc) per investimenti, precari, sicurezza di scuole secondarie, strade, viadotti e servizi sociali, siano un ottimo argomento di programmazione, tra l’altro triennale”. 

“Delle illazioni di Starvaggi – continua il Primo cittadino – che un giorno dice una cosa e l’altro la contraddice, non so che farne. Mi dispiace per la sua credibilità ma purtroppo parlano i fatti, i quali dicono che io ho prospettato l’unico strada percorribile per scampare il rischio default per le ex Province. Lui? Il solito vuoto con costruttivo condito da cialtronerie”

“Ribadisco una volta per tutte – conclude De Luca – il mio invito allo slittamento delle elezioni per ottobre 2019, in modo da consentire quantomeno di occuparci della situazione finanziaria degli Enti a rischio dissesto, attraverso una congiunta strategia di responsabilità tra lo Stato e la Regione, che ci permetta di usufruire dell’Fsc e tornare, insieme, a far ripartire la macchina amministrativa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Province, De Luca si barrica a Palazzo dei Leoni e fa lo sciopero della fame

MessinaToday è in caricamento