Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

"Il dogma del debito a tempo", sit-in contro il governo Draghi

ieri pomeriggio a piazza Unione Europea la manifestazione in dissenso alla formazione del nuovo esecutivo nazionale. Con queste motivazioni

I partecipanti alla manifestazione contro il governo Draghi

Rompere l'unanimismo intorno a Draghi. Questo il senso dell'assemblea pubblica svolta ieri a Piazza Municipio. Tutti gli interventi, con linguaggi e a partire da sensibilità differenti, hanno sottolineato la sospensione della democrazia connaturata nel governo di uno solo. Per decenni abbiamo subito politiche di austerità che hanno impoverito le popolazioni e progressivamente smantellato il welfare. "Le fragilità del sistema sanitario di fronte all'irruzione della pandemia lo testimoniano - hanno dichiarato gli organizzatori - oggi il dogma dell'austerità si trasforma nel dogma del debito a tempo, il tempo di rafforzare la parte più avanzata del sistema produttivo. Lo pagheranno le fasce della popolazione più deboli, i territori più fragili, i giovani, cui tocca di organizzarsi per difendersi poichè nessun altro lo farà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il dogma del debito a tempo", sit-in contro il governo Draghi

MessinaToday è in caricamento