Politica Giostra

Mercato sul viale Giostra, Zuccarello: “Messina fa passi indietro come i gamberi”

Il consigliere spiega che sono stati necessari anni di battaglie per ottenere il trasferimento in una zona adeguata e chiusa come l’area ex Mandalari. “Oggi il sindaco rimette tutto in discussione”. Con questi rischi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Dal canale preferito del sindaco e cioè la sua pagina facebook apprendiamo come le decisioni  le prenda troppo alla leggera, riportando Messina indietro nel tempo. 

Sono stati necessari anni di battaglie per ottenere il trasferimento del mercato rionale del viale Giostra in una zona adeguata e chiusa come l’area ex Mandalari, e oggi il sindaco rimette in discussione una problematica superata da tempo, dichiarando su facebook  “riportiamo il mercato sul Viale Giostra, si può fare”.

De Luca scarica  la decisione al Consiglio Comunale, così da poter dire eventualmente agli amici commercianti “non sono stato io a non volerlo”. Per anni ho partecipato a incontri di cittadini esasperati, che chiedevano  il trasferimento del mercato, per varie motivazioni oltre che viabili.

Spesso restavano chiusi in casa sigillati nei giorni previsti e cioè il martedì e venerdì, perché i furgoni dei commercianti bloccavano l’accesso delle proprie abitazioni, o perché trovavano i bisogni nei portoni delle loro scale per mancanza dei servizi igienici.

Comprendo le difficoltà degli imprenditori ambulanti,  ma la soluzione non può essere di ritornare su strada.

Il viale Giostra oggi è un ingresso autostradale, non è consentito riportarlo nel caos viabile come all’epoca. Dal momento del trasferimento  regolarmente viene riproposto il ritorno  del mercato sul viale Giostra, ma nessuna amministrazione ha mai dato seguito a tali idee.

Le proposte alternative sono state diverse: dalla fiera all’ex gasometro ma non si è riusciti mai a trovare un punto d’incontro, in quanto l’idea dell’ambulante è sempre stata la strada, permettendo un  più facile accesso e raggiungimento alla propria clientela, che chiaramente avvantaggia solo ed esclusivamente loro a discapito dei cittadini.

Il Sindaco deve rispettare le battaglie dei tanti cittadini e residenti.

Comprendo che non conosce la storia della nostra città, ma non può acconsentire con semplicità qualsiasi richiesta venga fatta, dall’apertura o no di un’ isola pedonale o il trasferimento di un mercato, senza prima avviare un tavolo di confronto,  riportandoci indietro nel tempo e non rispettando ciò che almeno di positivo è stato fatto in passato.

Auspichiamo che il Consiglio Comunale non avalli queste scelte scellerate, ed eventualmente vengano proposte soluzioni alternative come fatte in passato.

È comunque necessario il rispetto delle regole, nella gestione del mercato ex Mandalari, considerando che i tanti imprenditori ambulanti che pagano regolarmente il proprio posto all’interno del mercato, riscontrano la presenza di abusivi attorno gli ingressi principali del mercato e anche al suo interno.

Presidente di Missione Messina

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato sul viale Giostra, Zuccarello: “Messina fa passi indietro come i gamberi”

MessinaToday è in caricamento