rotate-mobile
Politica

Sud chiama Nord, De Luca a Bolzano per presentare il referente regionale Luca Crisafulli

L’avvocato bolzanino di origine santateresina è stato nominato referente del neonato Coordinamento per il Trentino-Alto Adige che conta già una cinquantina di iscritti

Dopo il Congresso Nazionale tenutosi ai primi di marzo a Taormina, Cateno De Luca, carismatico fondatore del movimento politico "Sud Chiama Nord," attuale sindaco di Taormina e deputato regionale siciliano, inaugura il Coordinamento per il Trentino Alto Adige, in un’ottica di rafforzamento sull’intero territorio nazionale del movimento che già alle scorse elezioni politiche è riuscito a far eleggere due parlamentari e che si presenterà come capofila del raggruppamento “Libertà” alle prossime elezioni europee.

All’assemblea nazionale di “Sud chiama Nord” sul palco c’era anche l’avvocato Luca Crisafulli: bolzanino di nascita ma di famiglia siciliana, ha vissuto in Alto Adige durante i primi 11 anni per poi trasferirsi in Sicilia insieme alla famiglia. Dal 2005 è rientrato a Bolzano per un forte richiamo di quella che ama definire la sua “seconda patria”. Sposato con una corregionale, ha tre figlie e vive a Bolzano.

La conoscenza con De Luca risale a inizio 2024, quando Crisafulli venne contattato dal leader di ScN in occasione della presentazione del suo libro a Bolzano. A margine di quell’incontro l’avvocato ebbe modo di esporre il modello autonomistico altoatesino a De Luca, il quale ne rimase positivamente colpito tanto che al congresso di Taormina Crisafulli fu invitato a offrire il proprio contributo in qualità di esperto di autonomia. Da qui la conseguente decisione di De Luca di nominare Crisafulli referente del neonato Coordinamento per il Trentino-Alto Adige nonché membro del Coordinamento nazionale di “Sud chiama Nord”.

Crisafulli è stato componente di nomina governativa della Commissione dei Sei per le norme di attuazione dello statuto speciale per il Trentino-Alto Adige/Südtirol. Per i suoi trascorsi e la sua esperienza di vita e professionale può quindi godere di una prospettiva privilegiata sul tema autonomistico, cavallo di battaglia di De Luca. Il neonato Coordinamento per il Trentino-Alto Adige, guidato da Crisafulli, può già contare su una cinquantina di donne e uomini che condividono i valori e i principi di ScN.

Crisafulli: “Una scelta autonomistica”

“Ho accettato l’invito di Cateno De Luca perché da anni partecipo alla vita pubblica della mia città collaborando con La Civica per Bolzano. Ed è proprio la natura civica del progetto di Sud chiama Nord, in uno con i valori autonomisti e liberali proprio del movimento di De Luca, che mi hanno convinto a collaborare nell’ottica di strutturare il movimento stesso a livello nazionale e farlo conoscere anche in Alto Adige. Civismo inteso come dedizione alle istanze e alle esigenze della comunità, autonomia intesa come decentramento di funzioni e risorse, equità territoriale, sicurezza, pace, legalità: sono tutti tratti distintivi di Sud chiama Nord che sposo appieno e che giustificano la mia presenza in questo movimento. Ritengo che un’offerta politica di natura civica debba guardare ai bisogni concreti dei cittadini per migliorare le condizioni di vita e risolvere le criticità locali, a partire dal “problema casa” e dall’elevato costo della vita, passando da sicurezza e gestione delle risorse, istanze avvertite non soltanto tra i meridionali dell’Alto Adige ma in gran parte della società locale”.

De Luca e le Europee

In occasione della conferenza stampa di mercoledì 10 aprile all’Hotel Sheraton di Bolzano, Cateno De Luca ha presentato anche il progetto “Libertà”, ovvero il raggruppamento che il leader di ScN ha allestito per le prossime elezioni europee (8-9 giugno 2024). Per le Europee del 2024 De Luca infatti ha lanciato la lista elettorale Libertà accogliendo diverse forze antisistema (Vita, Insieme Liberi e Movimento per l'Italexit), movimenti di ex esponenti della Lega (Grande Nord, Popolo Veneto, Rassemblement valdôtain), del Movimento 5 Stelle e del Partito Pensionati, diversi sindaci, simboli dell'antimafia come il Capitano Ultimo e Piera Aiello oltre ad animalisti, agricoltori, pescatori, ambientalisti e cattolici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sud chiama Nord, De Luca a Bolzano per presentare il referente regionale Luca Crisafulli

MessinaToday è in caricamento