Politica Taormina

Comune di Taormina, pollice in sù per il primo anno di amministrazione: Graziella Longo quinto assessore

La nomina e le manovre di aggiustamento in questi primi dodici mesi impegnativi per l'amministrazione Bolognari. Ecco i nodi ancora da sciogliere dal piano regolatore alla gestione del Palacongressi

L'avvocato Graziella Longo nuovo assessore della giunta di Taormina utilizzando la la nuova norma regionale sul quinto assessore.  Lo ha ufficializzato il Coordinamento della lista “La nostra Taormina” che fa capo al sindaco Mario Bolognari e costituito dalle aggregazioni politiche che hanno vinto le elezioni amministrative del 2018 che si è riunito domenica 20 ottobre, approvando un documento politico a consuntivo del primo anno di amministrazione. 

Contestualmente alle dimissioni da consigliere di Longo saranno presentate le dimissioni da consigliere anche del vice sindaco Vincenzo Scibilia, per consentire a Ruggero Lombardo e Piero Benigni, primi dei non eletti, di entrare nel Consiglio comunale. Mentre come concordato con Alfredo Ferraro, assessore tecnico indicato nell’ottica degli incarichi a progetto, raggiunto l’obiettivo del bilancio preventivo 2020, si procederà alla nomina di un assessore con caratteristiche “politiche”, chiedendo a Ferraro di rimanere comunque nella squadra con una funzione più tecnica.

Manovre di aggiustamento resie possibili, si legge nel documento, “grazie allo spirito di squadra e al clima di fiducia reciproca che si sono determinati nei 15 mesi di lavoro comune, per una valorizzazione di tutti coloro che si sono impegnati per il successo della coalizione”.

“La nostra Taormina”  ha rilevato la difficoltà ad operare in questi dodici mesi “per la pesante eredità della situazione finanziaria (31 milioni di debiti da onorare, 18 derivanti da sentenze definitive e 13 derivanti da probabili soccombenze in giudizi pendenti), lo svuotamento degli uffici dovuto alla prolungata mancanza di reclutamento e alla quota 100; lo stato di abbandono in cui versano da anni tutte le infrastrutture pubbliche e il patrimonio comunale. Su questi tre versanti - spiegano nella nota - l’Amministrazione si sta muovendo concretamente per superare gli ostacoli, sia oggettivi sia frapposti da forze contrarie alla maggioranza, e i risultati verranno col necessario tempo di attesa. Nonostante le difficoltà, però, è già evidente che gli investimenti per il recupero di ritardi sulle scuole, sugli edifici storici, sui servizi essenziali, su fognature ed acquedotto, sul verde, sulla raccolta differenziata dei rifiuti, sui servizi sociali sono stati fatti con grande impegno e certamente in misura maggiore che nel passato. Così come è stato per gran parte recuperato il deficit di progettazione per la acquisizione di fondi a valere sui bandi della Regione Siciliana (scuole, asili nido, Palazzo Corvaja, Teatro del Palazzo dei Congressi, illuminazione Parco Trevelyan, ecc.)”.

La coalizione non nasconde poi la necessità di dover fare ancora tanto e di più su viabilità, piano regolatore, assunzione di agenti di polizia locale,  definitiva riorganizzazione del servizio rifiuti, rifacimento del manto stradale di molte zone e dotazione di opere di urbanizzazione delle aree più svantaggiate, una stretta nella concessione di suoli pubblici, migliore destinazione della tassa di soggiorno, concessione della gestione del Palacongressi a privati.

C'è fiducia anche nell'incarico al liquidatore dell’Asm, Antonio Fiumefreddo “che porterà a termine il suo compito entro i tempi stabiliti nella delibera di nomina, consentendo di procedere alla nomina di un Consiglio d’Amministrazione dell’azienda con pieni poteri gestionali e con il compito di trasformare l’azienda secondo la normativa vigente. Le nomine degli amministratori saranno di competenza del sindaco - spiegano - che concorderà nominativi di persone competenti con le componenti politiche già individuate dal Coordinamento, secondo i principi della pari dignità e della massima rappresentatività.

A metà novembre il coordinamento convocherà una assise della maggioranza che farà il punto sul percorso già compiuto e sulle linee da tracciare per il futuro. Una due giorni di full immersion per sindaco, assessori, consiglieri, responsabili politici ed esperti per una discussione collegiale e una condivisione delle tematiche da affrontare nel prossimo futuro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Taormina, pollice in sù per il primo anno di amministrazione: Graziella Longo quinto assessore

MessinaToday è in caricamento