rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022

Eleonora Urzì Mondo: "Il turismo a Messina è come una caccia al tesoro"

Iniziativa della candidata di Ora Sicilia con l’imprenditore turistico Francesco De Pasquale, una camera d’albergo e quel censimento sui posti letto che manca in città: “Occorre fare rete”

È iniziata come una caccia al tesoro. Una valigia abbandonata all’ingresso della chiesa di Santa Maria Alemanna, uno dei “punti di interesse turistico” della città. Da qui parte una ricerca che porta ad una camera d’albergo. Ad ideare la provocazione sono la candidata di Ora Sicilia al Consiglio comunale, Eleonora Urzì Mondo e l’imprenditore Francesco De Pasquale. L’obiettivo non è solo quello di parlare di turismo, ma del modo di vivere la città. 

“Sapevate che i posti letto in città non sono censiti? – domanda la Urzì – e lasciando perdere i profili di evasione-elusione della tassa di soggiorno, il nodo principale è che così non si può pensare di programmare una strategia comune. I grandi alberghi sono in crisi per i costi gestione molto elevati, i b&b hanno polverizzato l’offerta ma non hanno forza sul mercato, non riescono ad essere presenti alle fiere di settore, non riescono ad fare attività di marketing”. 

“Si possono abbattere i costi – dice Francesco De Pasquale – basta pensare ai consorzi, ma qui non esiste un’idea di associazionismo ed è una grande limite. Immaginare un brand comune, un’offerta di percorsi turistici da offrire a chiunque venga in città è più facile con una organizzazione. Il turismo non è un gioco né una scienza, è solo vendere ciò che di buono c’è sul territorio. Ma per questo, occorre fare rete”. 

La Urzì ricorda VisitMe, ma soprattutto AroundMe. “Progetto bellissimo, soprattutto il secondo che però giace morto a Palazzo Zanca. C’è una mappatura della città e diversi tipi di percorso, dall’enogastronomico al culturale”. 

“Ma ci sono altre forme di turismo – aggiunge De Pasquale – c’è quello dei nati qui che ritornano, quello lavorativo dei quadri aziendali, bancari, responsabili commerciali di zona. Gli itinerari possono essere offerti a tutti coloro che soggiornano in città. E le proposte possono essere allargate a tutti i cittadini. Immagino una visita ai forti umbertini, la movida, l’offerta culturale. Ormai tutti si informano da una app o sul web”.

Si parla di

Video popolari

Eleonora Urzì Mondo: "Il turismo a Messina è come una caccia al tesoro"

MessinaToday è in caricamento