rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

L’ultima domenica da sindaco di Cateno De Luca tra candidati sindaco e la corsa alle Regionali

Nella sua diretta su Facebook utilizza l’ironia per attaccare centrodestra e centrosinistra ed annuncia la diretta-verità sui conti: “Rievocheremo i sindaci passati, debito per debito”

L’ultima domenica da sindaco, per Cateno De Luca. Una domenica che si preannuncia divisa tra bilanci e bilancio. Il rendiconto degli assessori Minutoli e Mondello, l’analisi dei conti e dei debiti di Palazzo Zanca con il direttore generale Federico Basile (“rievocheremo tutti i sindaci debito per debito, in base a quelli che hanno generato”). Ma, intanto, la corsa alle prossime Amministrative già iniziata. 

“Stanno facendo tanti nomi – ha detto De Luca nella sua diretta social mattutina – e tante fantastiche mistificazioni di movimenti politici che, però, non hanno avuto mai il coraggio di chiedere il confronto. Perché è gente scappata sempre dal confronto”. 

Il bersaglio è sempre il Consiglio comunale da cui “nessuna parola è stata proferita sul provvedimento di censura, non ha parlato nemmeno il presidente”. Quindi il passaggio sui futuri candidati a sindaco dopo che l’onorevole Tommaso Calderone ha gettato nella mischia il nome di Matilde Siracusano. “Calderone ha detto che “ci va bene De Luca ma non come candidato alla regione”. Ognuno in casa propria può fare quello che vuole. Il fatto è che io sono candidato e Miccichè si è autocandidato, poi ci sono faide all’interno di Forza Italia che devono risolvere…su Buzzanca ci provano i mammut della politica, Matilde Siracusano è il nuovo che avanza, un’ottima candidata ma mi sembra difficile che presti la sua immagine. Eventualmente sarà una contendente…e Dino bramanti che fine ha fatto? È rimasto vittima della logica dell’usa e getta. Uno che ci ha messo la faccia non avrebbe diritto di essere menzionato tra i papabili?”. 

E il centrosinistra? “Vogliono un candidato popolare. Russo e Calabrò sono candidature simpatiche”. Insomma De Luca sta preparando le frecce. “Intanto, il nostro candidato sarà ufficializzato domani dopo la mezzanotte. Martedì, poi, parlerò e infiammerò Palazzo dei Normanni. Comincia il mio primo giorno da non sindaco di Messina e da candidato a sindaco di Sicilia”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ultima domenica da sindaco di Cateno De Luca tra candidati sindaco e la corsa alle Regionali

MessinaToday è in caricamento