rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Politica

Elezioni, dicono addio al Consiglio Picciolo e Cinquestelle: nel centrodestra unici a crescere Fratelli d'Italia

Il voto di lista per partiti e movimenti tra il 2018 e oggi ha prodotto effetti rivoluzionari in aula, i pentastellati crollano nel 2022 da sette a zero consiglieri. Sicilia Futura che faceva parte della lista Udc non più rappresentata

Un Consiglio comunale stravolto in appena quattro anni, gruppi come i Cinquestelle che escono con le ossa rotte e senza seggi, esponenti politici come l'ex deputato regionale Beppe Picciolo che non avranno rappresentanti in aula tra il 2022 e il 2027. Le elezioni comunali che hanno decretato la vittoria al primo turno di Federico Basile e la schiacciante maggioranza di Sicilia Vera stanno producendo effetti inediti in città. 

Consiglio comunale, la ripartizione dei seggi

Nel centrosinistra il partito democratico che mantiene rispetto al 2018 gli stessi numeri perde però due seggi (tra questi Gaetano Gennaro) mentre Pdr Sicilia Futura di Picciolo uscita con altrettanti seggi nel 2018 passa a zero perché la lista Udc non supera la soglia di sbarramento. Niente riconferma per il vicepresidente del Consiglio Nino Interdonato nonostante un migliaio di voti di preferenza. I Cinquestelle che 4 anni fa con il candidato sindaco Gaetano Sciacca e una lista alternativa a tutti aveva strappato sette seggi scende addirittura a zero. Anche nel 2022 non ci saranno esponenti vicini all'ex sindaco Renato Accorinti, che si erano presentati in Coalizione civica, dato che comunque ribadisce il risultato del 2018. 

Consiglio comunale, i possibili eletti 

La voce più che grossa la fanno le liste di Basile che porteranno in dote una maggioranza "bulgara" di venti consiglieri; quattro anni fa le liste in appoggio a Cateno De Luca vittorioso al secondo turno contro Dino Bramanti erano sei e nessuna di queste riuscì a superare la soglia di sbarramento.

Nel centrodestra Ora Sicilia mantiene i numeri che in termini di preferenze erano distribuiti quattro anni fa tra Ora Messina e Forza Italia ma non sui seggi raccolti: appena 3, Forza Italia passa da 3 a uno soltanto. Fratelli d'Italia senza seggi nel 2018 cresce invece a tre. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, dicono addio al Consiglio Picciolo e Cinquestelle: nel centrodestra unici a crescere Fratelli d'Italia

MessinaToday è in caricamento