rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

Scissione Cinquestelle, Zafarana: "Botta forte, chi si è smarcato ha pensato solo al proprio futuro"

I parlamentari regionali messinesi non seguiranno il collega alla Camera D'Uva nella nuova formazione del ministro Di Maio

I parlamentari regionali messinesi Valentina Zafarana e Antonio De Luca restano a fianco dell'ex premier Giuseppe Conte e all'interno del movimento Cinquestelle. Non seguiranno Francesco D'Uva che ha invece scelto la strada del ministro Luigi Di Maio che ha proceduto alla scissione nei pentastellati. La deputata Valentina Zafarana affida ai social la sua analisi: "Quanto successo negli ultimi giorni mette il Movimento 5 Stelle davanti allo specchio. Sicuramente ci dobbiamo prendere più cura dei territori, lo abbiamo detto e vogliamo farlo: non devono contare solo i numeri in parlamento, quanto piuttosto la presenza dei gruppi locali, il loro lavoro e la credibilità. Ogni fase nuova è una sfida decisiva che indubbiamente rappresenterà una chance da non perdere per il Movimento, per incidere nella vita politica del Paese, per continuare a dare quelle risposte che i cittadini meritano e per le quali ci hanno votati. Sempre tenendo alto il vessillo della legalità e della solidarietà - continua - il gruppo regionale, di cui faccio parte, è compatto e convinto nel proseguire il percorso con Giuseppe Conte. Abbiamo spesso riscontrato delle difficoltà nell’essere ascoltati a Roma da chi, pur avendo ruoli di governo, non ha ascoltato i territori e le loro legittime richieste come avrebbe dovuto, e questo elemento può essere utilmente rasseganto alla riflessione di tutti, per comprendere quanto sia importante rimanere radicati "a terra", se si vuole incarnare correttamente il ruolo che i cittadini ci han messo nelle mani.

D'Uva segue Di Maio

È innegabile che la botta sia forte, ma nel segno di quei valori che hanno dato forma all’ azione politica del M5S negli anni, andiamo avanti, con il coraggio di chi guarda negli occhi le persone e sta loro accanto, nel presente. Al nostro futuro personale penseranno gli iscritti e gli elettori a tempo debito, con le regole e le modalità che riterrano più opportune: chi oggi si è smarcato in modo così traumatico, a mio parere, ha invece pensato al proprio futuro, mascherandolo da interesse nazionale, infischiandosene di quello che sarebbe successo al M5S.  Grazie per ciò che avete fatto, peccato per ciò che avete disfatto, buona vita. La mia casa è e continua a rimanere il Movimento Cinque Stelle. Il Movimento Cinque Stelle - conclude - non è morto, esiste e resiste, perché è impossibile vincere contro chi non si arrende mai"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scissione Cinquestelle, Zafarana: "Botta forte, chi si è smarcato ha pensato solo al proprio futuro"

MessinaToday è in caricamento