Salute

Centro diurno pubblico per l'Autismo, così il progetto del Comune

La presentazione domani in conferenza stampa con gli assessori Calafiore, Previti e l'ingegnere Villari. L'intervento-pilota è finanziato con i fondi Poc Metro

Avere un figlio con una diagnosi di autismo rappresenta un’esperienza estremamente dolorosa per una famiglia. Alla rabbia e allo stress di dover affrontare una situazione delicata, si aggiunge spesso anche la carenza di supporti concreti a sostegno.

Va in questa direzione la conferenza stampa che si terrà domani alle 23, a partire dalle ore 10,  nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca con gli assessori alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore e ai Finanziamenti Europei Carlotta Previti e l’ingegnere Giacomo Villari. L'incontro per presentare un progetto pilota per l’avvio di un Centro Diurno totalmente pubblico per l’autismo e gli altri disturbi dello spettro autistico (ASD).

Ippoterapia per la riabilitazione

Sono in corso le procedure di valutazione delle proposte progettuali per l’avvio sul territorio di Messina del primo Centro Diurno totalmente pubblico che accolga e supporti, tramite percorsi didattici innovativi e sperimentali, le ragazze ed i ragazzi affetti da autismo e le loro famiglie. Il progetto, particolarmente voluto dal sindaco Cateno De Luca e dall’assessore Calafiore, è finanziato dai fondi POC Metro 2014-2020 e si configura come intervento pilota con ricadute sovra-territoriali, stante l’assoluta assenza di centri pubblici nel territorio metropolitano. L’intervento è pertanto significativo in termini di inclusione e riduzione della marginalità, poiché consentirà anche e soprattutto alle famiglie con limitate risorse economiche di poter garantire ai loro figli aiuti significativi per lo sviluppo cognitivo e motorio.

Il progetto si caratterizza principalmente per la sua complementarietà rispetto all’assistenza medico-sanitaria erogata dalle strutture competenti, ponendosi come supporto didattico, sperimentale ed integrativo anche rispetto a quanto già previsto per le attività scolastiche ed erogato dal personale Asacom. L’importo finanziato è pari a 1.500.000 euro e consentirà di poter sperimentare su un orizzonte temporale di tre anni un metodo che potrà successivamente essere replicato ed implementato grazie alle possibilità offerte da altre fonti di finanziamento nel campo della ricerca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro diurno pubblico per l'Autismo, così il progetto del Comune

MessinaToday è in caricamento