Salute Lipari

Anche Filicudi avrà il defibrillatore “firmato” Renato Accorinti

L'ex sindaco mantiene la promessa di donare l'attrezzatura per una città “cardioprotetta”. La consegna nella piccola isola dell'arcipelago eoliano venerdì 24 maggio. Domani corso di formazione per le manovre salvavita

Si va completando il quadro della donazione dei defibrillatori decisa dall'ex sindaco Renato Accorinti con una parte della differenza tra l’indennità  maturata durante il mandato da sindaco di Messina e lo stipendio da professore.

Venerdì 24 maggio al porto di Filicudi, Accorinti consegnerà  alla comunità  della piccola isolaeoliana il decimo degli undici defibrillatori semiautomatici esterni Philips Emergency aree acquistati a gennaio per il progetto “Messina Città  cardioprotetta” del quale rappresenta l’estensione ad una realtà  particolarmente delicata, per posizione geografica e difficoltà  dei collegamenti, della Città  Metropolitana. L’undicesimo sarà  installato nelle prossime settimane a Reggio Calabria, all’interno di Palazzo San Giorgio, a suggello di una visione di area dello Stretto che vede le due sponde come articolazioni di un’unica realtà  territoriale e sociale.

Il defibrillatore verrà  installato in un luogo accessibile a tutti nella zona del porto e affidato per lamanutenzione a Stefano Zagami con la presenza del medico di turno della Guardia medica Gaetano Nocita. Il delegato della circoscrizione di Filicudi è Giovannino Rando, il responsabile Protezione civile Stefano Rando.

Il giorno prima, giovedì 23 maggio dalle 14,30 alle 19,30 a Villa La Rosa si svolgerà  il corso diformazione alle manovre di riabilitazione cardiopolmonare e all’uso del defibrillatore per 20 cittadini dell’isola, tenuto da esperti del SUEM “118” (l’infermiere Vincenzo Andaloro e il medico Daniele Marino) che collabora fin dall’inizio a questo progetto insieme agli Ordini dei medici, dei farmacisti e delle professioni infermieristiche, alle Aziende ospedaliere Papardo e Piemonte, all’Asp, alla Croce Rossa e ad altre associazioni. Gli abitanti saranno così da subito in grado di utilizzare correttamente lo strumento salvavita in qualunque situazione di emergenza.

Nelle prossime settimane verranno annunciate altre iniziative promosse da Renato Accorinti che stanno per essere definite dopo una lunga fase di programmazione in sinergia con gli esperti e i tecnici dei settori interessati. In particolare, si stanno acquisendo le necessarie autorizzazioni per la collocazione di canestri per il gioco del basket in diversi spazi pubblici, piazze, oratori e luoghi di socializzazione cittadini. Inoltre, nei prossimi giorni Renato Accorinti comunicherà  una ulteriore donazione non prevista inizialmente, ma la cui utilità èstata al centro del dibattito negli ultimi mesi.

Undici complessivamete i defibrillatori donati da Accorinti per una spesa di circa 15 mila euro cui vanno aggiunti 600 euro donati a titolo personale da Ninni Artemisia, da collocati in luoghi strategici, video sorvegliati 24 ore su 24 tra Palazzo Zanca, gli uffici della Questura del villaggio Matteotti all’Annunziata e soprattutto, grazie alla disponibilità dell’Arma dei Carabinieri, all’esterno di una serie di caserme dislocate sul territorio comunale: Castanea, Ganzirri, Faro Superiore, Giostra-Ritiro, via dei Mille, Tremestieri e Giampilieri Marina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Filicudi avrà il defibrillatore “firmato” Renato Accorinti

MessinaToday è in caricamento