Salute

La riabilitazione? Va a cavallo

Tre istituti scolastici di Messina al centro ippico di Acireale per una giornata all'insegna dell'inclusione con attività di intervento educativo assistito con gli animali

Ormai da anni l’ippoterapia, oppure equitazione a scopo terapeutico, ha i suoi notevoli vantaggi nella riabilitazione in quanto il cavallo da sempre è considerato un animale sensibile, con un’intelligenza fuori dal normale e quindi medicina per chiunque abbia subito un trauma.

Ne sanno qualcosa gli alunni con disabilità degli Istituti scolastici superiori di Messina “G. Minutoli”, “Quasimodo” e “Antonello”, impegnati in alcuni progetti di interventi assistiti con animali, incontreranno i ragazzi che frequentano il Centro di riabilitazione AIAS di Acireale per una giornata all'insegna dell'inclusione con attività di intervento educativo assistito con i cavalli.

Mercoledì 22 maggio, a partire dalle 10, nel maneggio dell'Associazione sportiva “La Cuadra” di Viagrande (via Carlo Alberto dalla Chiesa, 8) si terrà infatti il progetto “Un cavallo per amico – Momenti speciali”.

L'iniziativa è nata dalla sinergia tra il Presidente dell'Associazione “Equitando Onlus”, Gianluca Paratore, ed il presidente dell'AIAS di Acireale Armando Sorbello, ed è realizzato come momento di socializzazione per i giovani coinvolti, con il supporto dei cavalli messi a disposizione dall'Associazione sportiva “La Cuadra”. L'incontro è organizzato nell'ambito delle Linee Guida Nazionali IAA pubblicate dal Ministero della Salute, con il supporto di operatori appositamente formati per le attività assistite con gli animali. Un progetto importante, supportato dai dirigenti scolastici messinesi, Piero La Tona e Maria Muscherà, che da anni credono fortemente in queste iniziative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La riabilitazione? Va a cavallo

MessinaToday è in caricamento