Salute

Sanità privata, una medaglia a monsignor Li Calzi manager di Dio

La Fp Cisl plaude all'iniziativa direttore amministrativo della Casa di Cura San Camillo che ha riqualificato, unico da Roma in giù, il personale ausiliario in operatore socio sanitario. “Una scelta illuminata”. Ecco perchè

Una “Medaglia al Valore” al direttore amministrativo della Casa di Cura San Camillo di Messina, padre Vincenzo Li Calzi.Q' quella che Cisl Fp vuole consegnare all’illuminato prete, appartenente all’Ordine Camilliano, probabilmente primo manager della Sanità Privata da Roma in giù a provvedere “con grande esempio di lungimiranza e attenzione, alla riqualificazione del personale ausiliario in operatore socio sanitario, dopo un percorso fatto di grande sinergie e programmazione insieme al sindacato”.

Si legge nei verbali siglati da Padre Li Calzi, dalla Cisl Fp e dalle organizzazioni sindacali presenti il 26 luglio, “Considerato che in data  01/10/2018 a seguito della decisione di accogliere la richiesta di riqualificazione del personale ausiliario in operatore sanitario, formulata dalla signora Bicchieri, responsabile Provinciale Sanità della Cisl Fp …., questa Direzione ha il piacere di comunicare che intende procedere all’ulteriore qualificazione di una sesta unità di OSS, affinchè il paziente ricoverato possa beneficiare anche di notte di una ulteriore assistenza qualificata”.

Questo consentirà agli operatori della Clinica San Camillo di turnare h24 accanto agli infemieri,

L'iniziativa di una medaglia al valore è stata comunicata al direttore generale, a quello dell'Unità ospedaliera, all'Asp, al direttore amministrativo e sanitario della casa di cura. “Padre Vincenzo - si legge nella nota -  gestisce la Clinica San Camillo con la grande Scienza di un Uomo, ma evidentemente anche con la straordinaria coscienza e saggezza Divina, ed in effetti ci spiega il padre la mission dei Camilliani è principalmente quella di stare costantemente accanto al malato, sostenendolo ed accudendolo nel soddisfacimento dei propri bisogni fisici e spirituali. Eppure - conclude la nota -  ci sentiamo di sottolineare, che ad oggi ingiustamente, alcuna norma è ancora intervenuta nella sanità privata per imporre il processo di riqualificazione del personale ausiliario, se non quella dettata dal D.M. 739/94, relativa però al Profilo Professionale Infermieristico, oggi attore principale di tutti i processi assistenziali, al quale il Padre ha saputo attribuire per primo, la giusta valorizzazione, sgravandolo dei compiti propri del personale subalterno. Noi della Cisl Fp, siamo orgogliosi di avere raggiunto questo grande risultato insieme a Padre Vincenzo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità privata, una medaglia a monsignor Li Calzi manager di Dio

MessinaToday è in caricamento