"Trova tumori" polmonari, al Papardo il quarto navigatore in Europa

L'ospedale di contrada Sperone rientra tra i pochi nosocomi europei ad avere l'apparecchiatura che riesce a scovare le forme tumorali ai polmoni con estrema precisione

L'ospedale Papardo

Il Papardo è tra i quattro ospedali in Europa ad avere il nuovo navigatore "trova tumori polmonari". Alla Chirurgia Toracica dell’Azienda Ospedaliera Papardo è stata consegnata ed è già pienamente operativa la quarta apparecchiatura  tra i nosocomi europei che rende possibile l’esecuzione di prelievi bioptici dei noduli polmonari periferici con un livello di precisione mai raggiunta in precedenza.
Lo strumento si chiama Navigatore Magnetico Polmonare e la tecnica corrispondente è la Electromagnetic Navigation Bronchoscopy (Enb).
Si tratta di una tecnologia estremamente sofisticata ed all’avanguardia che concettualmente richiama in maniera assoluta la navigazione satellitare che quotidianamente milioni di utenti usano nei propri autoveicoli o nei propri smartphone avvalendosi di applicazioni come google maps. 

La Enb si basa sulla precisa localizzazione del veicolo (la pinza o l’ago o lo spazzolino citologico con i quali si effettuano i prelievi) mentre si muove lungo un percorso stradale (l’albero bronchiale) nel tentativo di raggiungere la destinazione (il tumore) e rappresenta la più avanzata tecnologia nel campo diagnostico del cancro periferico del polmone e grazie ad essa sarà possibile effettuare prelievi anche di lesioni subcentimetriche (altrimenti non bioptizzabili), come è già avvenuto con successo nel primo dei cinque casi già eseguiti presso la Chirurgia Toracica dell’Ospedale Papardo. Il Dott. Giuseppe Casablanca a capo dell’UO di Chirurgia Toracica è riuscito a raggiungere e bioptizzare con successo una metastasi da carcinoma renale di soli 8 mm, localizzata nel lobo superiore destro.

La Enb è una delle apparecchiature la cui acquisizione è stata prevista nel progetto di implementazione della chirurgia toracica oncologica del Papardo, inserito nel più ampio progetto oncologico del PSN 2014 presentato dal Responsabile Scientifico Prof. Adamo.
Infatti, oltre la ENB è stata consegnata la colonna di chirurgia videoassistita con sistema di localizzazione dei tumori con Indocianina ed è attesa la imminente consegna del sistema di ecovideobroncoscopia per la stadiazione patologica delle adenopatie mediastiniche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’insieme di queste apparecchiature proietterà la Chirurgia Toracica dell’Azienda Ospedaliera Papardo in vetta alle strutture europee che operano nel campo della oncologia polmonare.Infatti questa apparecchiatura si può rinvenire soltanto in altri 4 ospedali in Europa. Chirurgia toracica vanta già un tasso di mortalità operatoria pari allo 0% (su circa 900 resezioni polmonari) mentre la media della degenza in reparto è inferiore di due giorni rispetto alla media nazionale.
“Questa apparecchiatura straordinaria - dichiara il direttore generale del Papardo Mario Paino - permetterà di individuare quei tumori polmonari che prima sfuggivano agli esami diagnostici grazie alla precisione di una tecnologia all’avanguardia e competitiva rispetto ad altri metodi già collaudati. La Chirurgia Toracica ha già quindi la migliore strumentazione sullo scenario nazionale ed internazionale confermando l’ottimo andamento dell’intero reparto.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 113, muore un infermiere del Policlinico

  • Malore fatale per addetto alla sicurezza della Caronte-Tourist, storico Volontario della Misericordia

  • Cade da un ponteggio, muore operaio in un cantiere a Venetico

  • Fase 2, le regole da seguire su auto e moto per evitare multe

  • Niente più vocazioni, le Suore Figlie della Carità lasceranno Messina e il Collereale dopo 118 anni

  • Sarà seppellito a Cinquefrondi Alessandro Aimola, il Volontariato messinese in Cattedrale

Torna su
MessinaToday è in caricamento