menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale San Vincenzo

Ospedale San Vincenzo

Tumori, commissione senologia al San Vincenzo di Taormina

Sopralluogo dell'organismo istituito dall'assessore Razza per rendicontare le buone pratiche e le criticità degli ospedali candidati a diventare centri di eccellenza. Prossima tappa alla Cappellani

Sopralluoghi della commissione di Senologia, istituita con decreto dell'assessore alla Salute della Regione siciliana Ruggero Razza, negli ospedali dell'Isola candidati a diventare centri di eccellenza per la cura del tumore al seno.

Dopo il Civico, il Policlinico e Villa Sofia a Palermo, è la volta degli ospedali Cannizzaro e Policlinico di Catania, e stamattina dell'ospedale San Vincenzo di Taormina, in provincia di Messina. La commissione, guidata da Francesca Catalano, direttrice dell'unità di Senologia dell'ospedale Cannizzaro di Catania, ha iniziato le sue 'site visits' il 4 luglio scorso, con l'obiettivo di rendicontare buone pratiche e criticità delle strutture di riferimento designate a ospitare in Sicilia le unità altamente specializzate e dedicate esclusivamente alla diagnosi e alla cura del tumore al seno (Breast Unit).

Entro settembre la commissione completerà il suo iter con le site visits negli ospedali di Gela e Ragusa e nelle tre strutture private designate: oltre la Maddalena a Palermo e Humanitas a Catania anche la casa di cura Cappellani a Messina. "La Regione siciliana - dice Francesca Catalano - dopo anni di attese, oltre a presentare il primo Pdta (Percorso diagnostico terapeutico assistenziale) regionale per la diagnosi e la cura del tumore al seno, ha anche istituito un modello condiviso per il trattamento di questo tipo di neoplasia, dalla prevenzione alle terapie e alle cure palliative, che con le Breast Unit sarà finalmente omogeneo su tutto il territorio nazionale.

Le pazienti non avranno alcun bisogno di intraprendere viaggi della speranza, potranno curarsi presso la propria città, come avviene nel resto d'Italia, con la certezza di essere seguite da professionalità eccellenti e con gli stessi percorsi diagnostico-terapeutici condivisi in tutta Italia. La commissione - ha concluso Catalano - ha rilevato grandi competenze e professionalità oltre che attrezzature adeguate in quasi tutte le strutture visitate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento