Salute

Sport e salute, gli studenti della Enzo Drago sperimentano con il centro neurolesi

L'accordo tra la dirigente Scolaro e il direttore scientifico Bramanti siglato in questi giorni per una progetto che parte dall'inclusione e dalla necessità di programmare e formare ad un corretto stile di vita

Istituto comprensivo Enzo Drago e Irccs lanciano una nuova sfida: sperimentare, sviluppare ed applicare metodologie di ricerca nel settore educativo – didattico i cui destinatari sono tutti gli alunni dell’Istituto. L'obiettivo è sperimentare una progettazione formativa e curriculare mirati anche all'integrazione e l'inclusione e soprattutto all’acquisizione di stili di vita sani incentrati sulla prevenzione e sul benessere della persona.

L'intesa tra il direttore scientifico dell'Irccs Placido Bramati e la dirigente scolastica dell'Enzo Drago, Giuseppa Scolaro è stata siglata in questi giorni.

“E’ importante prendersi cura, ogni giorno, delle nuove generazioni - si legge in una nota - ma più in generale della salute dei bambini ed adolescenti a 360°, alimentazione compresa. Lo sport insegna che, per raggiungere grandi traguardi, non basta conoscere regole e tecniche sportive, passione, determinazione, perseveranza, ma anche e soprattutto avere una buona performance fisica. Questi requisiti sono valori fondamentali anche nella Ricerca in ambito biomedico e nella scuola che, grazie al lavoro dei ricercatori, docenti e all’aiuto di tutti quelli che la sostengono, può fare la differenza per la salute di tutti”.

Bramanti e Scolaro sono d’accordo a mettere in combinato sinergico le attività di ricerca nell’ambito delle seguenti Linee di Ricerca: Linea 1 – Neuroriabilitazione – Neurofisiologia Clinica e Strumentale; Linea 2 – Neuroscienze Cliniche e Neurobioimmagini; Linea 3 – Neuroimmunologia, Neurologia Sperimentale, Biologia e in chiave evolutiva il Centro Studi Sportivo Scolastico in grado di rispondere in modo adeguato e pertinente ai profondi cambiamenti che stanno coinvolgendo tutto il mondo sportivo nazionale compreso quello scolastico.

A tal proposito l’istituto si avvarrà del contributo di personale interno sia nella persona del professore Pasquale Antonio Cassalia, autore dell’omonimo Metodo, responsabile del Centro Studi Sportivo Scolastico dell’Istituto, che di  una commissione tecnica, didattica e scientifica con docenti interni, con l’obiettivo di implementare “Il metodo Cassalia” e di ottenere il riconoscimento dell’evoluzione del Centro Sportivo Scolastico in Centro Studi Sportivo Scolastico, finalizzato all’inclusione di tutti i ragazzi attraverso lo sport e la valorizzazione di un percorso in linea con la neo istituzione ministeriale “Sport e Salute”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e salute, gli studenti della Enzo Drago sperimentano con il centro neurolesi

MessinaToday è in caricamento