rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
MessinaToday

Scuola, Sgb incontra la sottosegretaria Barbara Floridia: "Discusse gravi criticità"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Con la Sottosegretaria Floridia, abbiamo affrontato tre questioni che riguardano gravi criticità nel mondo della scuola ,esordisce Aldo Mucci del direttivo nazionale SGB scuola. La prima questione riguarda la disabilità. Questa organizzazione ha combattuto in tutte le piazze della Sicilia, contro un governo della regione e dalla ragione assente, il quale ha sempre ritenuto la disabilità estranea alla comunità. Una politica che non ha mai integrato, che non accoglie, che emargina. Abbiamo il dovere morale, di portare alla luce questo silenzioso dramma tutto siciliano, perché ci sia una soluzione immediata e si possa tornare a scuola con l’impegno di sempre. Un impegno che ha visto sempre in prima linea gli assistenti igienico personale ai bambini disabili gravi e gravissimi. Una categoria bistrattata dalle istituzioni regionali. La figura dell’assistente igienico personale ai bambini disabili è di tutti noi, poiché la disabilità appartiene alla comunità, quella che integra, accoglie e non emargina. Eliminare questa figura significa sparare al cuore di tante famiglie, già provate da immense difficoltà. Abbiamo tutti il dovere morale e civico,di non spegnere il desiderio di imparare,di ogni bambino.

La seconda questione riguarda i lavoratori cosiddetti Organico Covid, Organico di Emergenza, il quale durante la pandemia, si è velocemente formalizzata la nascita e subito “arruolati” e sbattuti in prima linea. Personale, composto da ATA, collaboratori scolastici, tecnici di laboratorio e docenti. In piena pandemia, l’Organico di emergenza si è rivoltato le maniche, superando per ben due anni ogni tipo di ostacoli: distanze ed anche notevoli ritardi dei pagamenti. Passata la pandemia ,il Governo “scioglie” il contingente il (31 marzo) per poi ripensarci, prorogando il loro utilizzo fino a giugno 2022. La terza questione riguarda la procedura di internalizzazione degli ex Lsu nel personale Ata. A questo proposito desideriamo sottoporre alla tua attenzione l’ingiusta situazione che si è venuta a creare per i lavoratori interessati alla procedura di internalizzazione a causa dell’esiguo numero di posti previsti nell’apposito bando di concorso.

Sono stati esclusi dal processo d’ internalizzazione migliaia di lavoratori i quali, per anni, hanno prestato servizio presso le scuole statali alle dipendenze di quelle stesse aziende private che oggi non riconoscono loro alcuna possibilità lavorativa. La nota del 29 04 2022 del Ministero della Pubblica Istruzione, Direzione Generale per il Personale Scolastico, non ha previsto per la Sicilia, posti ATA. Ne consegue che il personale che non ha potuto partecipare alle procedure precedenti destinate agli ex LSU per mancata disponibilità di posti nella provincia di appartenenza, non potrà partecipare alla procedura selettiva per la copertura dei posti eventualmente residuati. La senatrice si è detta disponibile ad affrontare, da subito, i temi esposti sia a livello regionale che nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Sgb incontra la sottosegretaria Barbara Floridia: "Discusse gravi criticità"

MessinaToday è in caricamento