rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Storie del territorio / Taormina

"A Sicula 500", due chiacchiere con l'imprenditore che fa turismo a bordo di una Fiat per immortalare paesaggi unici

La storia del giovane Andrea Strazzeri che a Taormina ha fondato un'azienda che mette insieme innovazione e tradizione: "Offriamo un'esperienza fotografica unica che si adatta i tempi dei social"

Imprenditorialità giovanile, voglia di mantenere vive le tradizioni e legame con il territorio. Tutto questo è “A Sicula 500 Taormina”. Un concetto tutto nuovo di fare turismo a bordo di una Fiat Cinquecento, dipinta come se fosse un carrettino siciliano, alla scoperta delle bellezze della Sicilia.  A cominciare quest’avventura a Taormina Andrea Strazzeri, 31 enne e fondatore dell’azienda che ha rivoluzionato il modo di fare turismo ai tempi dei social.

“ Noi non offriamo tour- racconta Strazzeri- ma offriamo un’esperienza fotografica a bordo delle nostre fiat 500 per scoprire quegli scorci paesaggistici più suggestivi che la nostra terra offre”. Tutto è cominciato nel 2019 in piena pandemia e dopo attività occasionali nel 2021 l'azienda è entrata a pieno nel mercato: “Ho avuto questa idea grazie a mio padre che lavora con me e che da tempo collabora con i gruppi folkloristici. Ad un certo punto  ho pensato: perché non realizzare un servizio che metta insieme territorio e turismo in maniera innovativa? La nostra è  un’esperienza fotografica per scoprire il territorio in cui il valore aggiunto è farsi le foto con panorami unici,  il valore aggiunto è portarsi a casa il ricordo”. E c'è chi non rinuncia a pubblicare selfie e scatti con  sfondi  di location mervigliose tra cui: Taormina, Savoca, Capo Sant'Alessio, Castelmola, Forza D'Agro e non solo taggando la realtà siciliana presente nel sito ufficiale e naturalmente sui social.

Tutto è iniziato con una Fiat vecchio modello, ma abbellita nella carrozzeria con disegni dai colori brillanti che richiamano quelli dei carretti siciliani per incarnare miti e leggende che rendono questa terra straordinaria, oggi l’azienda ne possiede tre e sono targate Palermo, Catania e Messina che è la new entry del 2023. Ma qual è l’intinerario tipo che si offre a Taormina? Si parte dal centro storico  si percorre Corso Umberto fino a Porta Messina, poi la discesa  per vedere Baia Naxos, L’Enta e costeggiare Isola Bella. Si risale in seguito dalla via panoramica per raggiungere il centro  e poi via verso San Pancrazio e Madonna della Rocca da dove contemplare  il mare, la Calabria e il teatro Antico. Questo solo uno dei percorsi disponibili , ma chi sceglie di fare un giro a bordo di “A Sicula 500 Taormina”? Il cliente principale non è il siciliano- continua l’imprenditore- ma l’italiano del Nord e lo straniero. Questa estate siamo stati scelti soprattutto da statunitensi e tedeschi”. Non manca chi invece contatta “A Sicula 500 Taormina” per immortalare il giorno più bello: “Sono numerosi i siciliani che ci scelgono per un matrimonio a tema, ma tante anche le prenotazioni  di stranieri che organizzano matrimoni tipici siciliani e affidandosi ai wedding planner si sono già prenotati per il 2023", prosegue Strazzeri.

Ma cosa rende questa esperienza inimitabile? “ La parti fondamentali- prosegue- sono autenticità e sicilianità noi non abbiamo competitor e offriamo un servizio esclusivo che nasce a Taormina ma disponibile su richiesta in tutta l’Isola e anche fuori. A darmi la spinta per credere in questo progetto è stata la voglia di di fare un lavoro cercando di puntare su qualcosa che sta andando a perdersi: le tradizioni. L’obiettivo è avere delle tradizioni da tramandare senza rinunciare alla modernità”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Sicula 500", due chiacchiere con l'imprenditore che fa turismo a bordo di una Fiat per immortalare paesaggi unici

MessinaToday è in caricamento