rotate-mobile
social Giardini-Naxos

“Augustus”, tutto sul videogioco con protagonista il Parco archeologico Naxos Taormina

L'app gratuita che riporta alla prima colonia greca in Sicilia. Viaggio indietro nel tempo per conoscere da vicino l'immenso patrimonio artistico della nostra Isola

Un avventuroso viaggio indietro nel tempo per conoscere da vicino l'immenso patrimonio artistico della nostra Isola. Anche il Parco archeologico Naxos Taormina protagonista del gioco interattivo “Augustus”. Scopriamo da vicino l'app gratuita che nasce come progetto finanziato con i fondi POFESR Azione 1.1.5, realizzato in partenariato da ETT Spa, Red Raion, Università degli Studi di Palermo - Dipartimento DSEAS, ISPC-CNR e Admeridiem e che trasforma i suoi giocatori in avatar che dovranno affrontare difficili prove basate su veri avvenimenti storici.

Pronti per cominciare il percorso virtuale alla ricerca dei tesori che dovranno essere raccolti nella “Camera Mirabilia”? Tra le ambientazioni disponibili abbiamo anche: La Valle dei Templi, il Parco Archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale e il Complesso Monumentale di Santa Caterina a Palermo. Ma qual è l’ obiettivo di Augustus? “Condividere il patrimonio artistico e monumentale greco-romano in Sicilia- si legge nel sito ufficiale-  attraverso  un game che coinvolge grandi e piccoli, in una logica nuova e dinamica che vede il turista coinvolto in tutte le fasi di pre-visita, visita e post-visita: è questa la mission del progetto”. Progetto che fonde la componente ludica a quella educativa per coinvolgere il visitatore a 360°.

Tornando al Parco archeologico Naxos Taormina, forse non tutti sanno che è proprio qui che i greci fondano la loro prima colonia in Sicilia nel 734 a.C, il nome Naxos è dedicato infatti  all’isola dell’Egeo da cui venivano alcuni dei partecipanti alla spedizione. La cittadina che a fianco di Atene fece parte alla campagna di Siracusa del 415-413 a.C perse e fu rasa al suolo conservando solo baia,  porto e fornaci. Il sito archeologico oggi esistente, immerso in uno scenario mozzafiato, insieme al museo rappresentano una finestra nell'antichità dal fascino intramontabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Augustus”, tutto sul videogioco con protagonista il Parco archeologico Naxos Taormina

MessinaToday è in caricamento