rotate-mobile
social

Amore e fortuna: ecco i riti portafortuna per Santa Lucia che non tutti conoscono

Viaggio attraverso quei rituali tra sacro e profano legati a questa ricorrenza

E' la  santa della luce e tra le sante più celebri in Sicilia. Domani, 13 dicembre, si festeggia Santa Lucia. Protettrice degli occhi e della vista , era una giovane siracusana nata nel III secolo da nobile famiglia e promessa in sposa ad un giovane. Poiché la madre Eutichia era malata andarono insieme al sepolcro di Agata a Catania per ottenere la grazia. Dopo l’apparizione di Agata in sogno Lucia ottenne la grazia e fece voto di verginità e povertà. Poi poiché il suo giovane promesso sposo si era invaghito dei suoi occhi se li cavò e ne ottenne, sempre attraverso  un miracolo, due ancora più belli. La giovane sarebbe stata martirizzata a 13 anni.

Una santa questa venerata in tutto il mondo e considerata secondo molte tradizioni simbolo di prosperità e fertilità. Ma forse non tutti sanno che esistono dei riti propiziatori tra sacro e profano da dedicare alla santa per trovare amore e fortuna. Vediamo quali sono.

Dal digiuno ai cibi propiziatori. In Sicilia numerose le tradizioni legate a questo giorno, per la Chiesa bisogna fare digiuno per non dimenticare il miracolo e  bisogna evitare pane e pasta, spazio invece ai legumi fra tutti i ceci. L’ingrediente principe per il dolce di Santa Lucia è senza dubbio il grano. Si prepara infatti  la cuccìa molto diffusa a Siracusa, Palermo,  Agrigento e non solo. Si tratta di grano cotto con cioccolato e frutta secca. Molto diffuso invece nel messinese il pane di Santa Lucia con farina di semola e mais per questo hanno colore giallo molto forte.

Perché accendere una candela. Si accende una candela, nella notte tra il 12 e 13 dicembre, così da trovare la luce del bene e uscire dal buio del male. 
 
Un pettine nuovo per chi cerca l’amore. Si dice che per trovare l’amore  sempre quel giorno bisognerà pettinarsi i capelli con un pettine nuovo e poi riporlo sotto il cuscino, il vostro futuro amore vi apparirà in sogno.

Non dimenticatevi di curare la bellezza e di scambiare dei doni. La bellezza è luce e in questa notte per avere fortuna va celebrata. Per quanto rigurarda i doni simbolo di fertilità , la tradizione vuole che sempre nella stessa notte i bambini scrivano una lettera in cui spiegano che sono stati bravi , questa va lasciata vicino alla porta insieme ad un bicchiere di latte e a un biscotto da offrire alla santa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amore e fortuna: ecco i riti portafortuna per Santa Lucia che non tutti conoscono

MessinaToday è in caricamento