Domenica, 21 Luglio 2024
Bellezze del territorio

Itinerari naturalistici e dove trovarli in Sicilia: viaggio nella bellezza in dieci tappe

Si parte dal Messinese e si prosegue attraverso i paradisi presenti nel resto dell'Isola

Voglia di andare alla scoperta delle bellezze naturalistiche che la Sicilia offre? Tra parchi e riserve naturali c'è solo l'imbarazzo della scelta  e il viaggio in dieci mete consigliate dal sito Alpitur comprende anche il territorio del Messinese, al via il viaggio tra le meraviglie dell'Isola.

Partendo dall'area messinese sicuramente c'è da vedere il Parco dei Nebrodi, area protetta  nel quale rientrano 24 comuni di cui 19 della provincia di Messina. Affacciato sul Mar Tirreno si caratterizza per i suoi paesaggi mozzafiato, popolato da una ricchissima vegetazione e dalla sue zone umide tra i quali ricordiamo i laghi Beviere e Maulazzo.

Sempre nel Messinese e precisamente a Floresta nasce il corso d'acqua delle Gole dell'Alcantara. Lo sapevate che la formazione dell’alveo dell’Alcantara risale a circa 300.000 anni fa? Anche in questo paradiso naturale si organizzano escursioni ed eventi da non perdere per gli amanti dell'avventura.

 Conoscete il Parco marino delle isole Eolie? Questo si estende nelle isole di Lipari, Panarea, Filicudi e Salina e comprende suggestivi villaggi preistorici, necropoli di età greca e romana, terme romane e tante altre tracce che arrivano dal passato.

E nel resto dell'Isola? Come non citare il Parco nazionale dell'Etna: "Il Parco - si legge nel sito -è in ogni stagione dell’anno un accattivante invito per i viaggiatori e gli amanti della natura, dell’enogastronomia, degli sport all’aria aperta in scenari irripetibili".

C'è anche  il Parco delle Madonie dalla storia millenaria dove fare un salto per passare le vacanze invernali. "Il territorio è segnato da numerosi edifici religiosi, monasteri, eremi e chiese rupestri, spesso suggestivamente isolate in alto sulle montagne", si legge nel sito ufficiale.

Da annoverare la Riserva dello Zingaro che si trova lungo il fianco orientale della penisola di Capo San Vito, questa si affaccia sul Tirreno ed è situata tra Castellammare del Golfo e Trapani. Un luogo paradisiaco in cui il verde della vegetazione incontra l'azzurro di cielo e mare. 

Siete mai stati alla Riserva di Torre Salsa?Questa si trova in provincia di Agrigento. E' un sito di 762 ettari, compreso tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa. Il suo cuore è la Torre Salsa antica struttura di avvistamento. Anche qui ambiente, flora e fauna sono uno spettacolo.

Ricade in vece nella zona di  Siracusa, Avola e Noto la Riserva di Cavagrande del Cassibile. La Cava Grande ha una lunghezza di  10 Km , abitata nel Paleolitico si classifica come il più grande canyon naturale d’Europa. Nelle pareti sono state scavate ottomila tombe rupestri.

Sempre in provincia di Siracusa rientra la Riserva di Vendicari istituita nel 1984 dalla Regione Siciliana: "Vi ritroverete davanti a paesaggi mozzafiato - troviamo nel sito ufficiale-vegetazione fitta che si apre improvvisamente a un mare cristallino, a spiagge lunghissime e dorate, che in poche centinaia di metri diventano rocce a strapiombo su un mare profondo".

 A chiudere il viaggio il Parco Nazionale di Pantelleria che occupa l'80% della superficie dell'omonima isola in cui il paesaggio naturale incontra quello antropizzato. Importante tappa da non sottovalutare per gli appassionati di trakking , mountain bike e tanto altro. Tanti i sentieri attraverso cui conoscere il territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itinerari naturalistici e dove trovarli in Sicilia: viaggio nella bellezza in dieci tappe
MessinaToday è in caricamento