rotate-mobile
Sport

Mangano e Anzelini vincono lo spettacolare “Trail dello Stretto”

Si sono imposti nella di stanza più lunga: la 23 km con un dislivello di circa 1200 metri e il Santuario di Dinnamare punto più alto da “conquistare”

Il “Trail dello Stretto”, terzo appuntamento del circuito Ecotrailsicilia, ha proposto un suggestivo spettacolo ai partecipanti. Da una parte l’Etna, dall’altra le isole Eolie; questo il panorama mozzafiato riservato agli atleti, alcuni stranieri. Due distanze, la 23 km, molto tecnica, con un dislivello di circa 1200 metri e il Santuario di Dinnamare punto più alto da “conquistare”, e la 13 km del “Trail dei Briganti”. Un giusto mix tra competizione sportiva, promozione e valorizzazione del territorio.

Nella gara più lunga, si è imposto Francesco Mangano (Monti Rossi Nicolosi), che ha chiuso con il crono di 2h13’32”. Piazza d’onore per Carmelo Guardalà (Etna Running), terzo Biagio Pirri della Duilia Barcellona. Al femminile, successo della trentina Giuliana Anzelini (Acsi) in 3h23’55”, davanti a Carla Aliano (Archimede Siracusa), Barbara Aliberti (Torrebianca) e Elvira Galati (Etna Trail), quest’ultime due giunte insieme al traguardo. Vittorie, invece, di Giovanni Barbiglia (Polisportiva Odysseus) e Olma Ruggeri (Acsi) nella prova di 13 km.  Il Trail dello Stretto è stato organizzato dall’Ecotrail Sicilia in collaborazione con la Mediterranea Trekking e con il patrocinio del Comune di Messina, dell’Assemblea Regionale Siciliana e dell’Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea. Prossimo appuntamento già fissato il 9 luglio col “Trail dei Nebrodi” di 66 e 20 km.                                    

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangano e Anzelini vincono lo spettacolare “Trail dello Stretto”

MessinaToday è in caricamento