rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Basket

La Infodrive sconfitta all'overtime da Cantù

Non bastano un cuore enorme e tanto orgoglio alla Infodrive Capo d’Orlando, che sfiora la vittoria contro la corazzata Cantù al PalaFantozzi

Assenti Ellis, Traini e Laganà, oltre a coach Marco Cardani, sostituito più che degnamente da David Sussi, i biancoazzurri mettono sul parquet voglia, intensità e coraggio, andando ad un passo dal successo. La Infodrive rimonta quasi 20 punti nel secondo tempo e mette davvero paura a Cantù. Termina 93-104, dopo un tempo supplementare, ma è stato alla fine dei tempi regolamentari che i paladini hanno sprecato un’importante occasione per portare a casa i due punti, quando sul +2, a cinque secondi dalla fine, dopo un canestro di King, hanno subito il tap-in del pareggio di Bucarelli. Il tentativo finale non va a segno e nei tempi supplementari Cantù ha la meglio. Top scorer dell’incontro Nick King con 24 punti, mentre Mack ne segna 21. Doppia-doppia da 14 e 13 rimbalzi per Poser, mentre Reggiani ne segna 11 con tre triple fondamentali.

Capo d'Orlando-Cantù, la gara

Si corre tanto in avvio e la Infodrive parte bene, portandosi subito sul +6 (8-2) con Mack, King e Vecerina. Arriva la reazione di Cantù, che inizia a far girare la palla e ribalta tutto in un amen andando sul +3 (10-13). Capo d’Orlando tenta di restare attaccata, ma la tripla da centrocampo di Bryant sulla sirena vale il +10 ospite che chiude il quarto sul 16-26. I lombardi continuano a macinare e con le triple di Da Ros e Stefanelli volano sul +16 (18-34). La Infodrive non demorde e prova a rifarsi sotto, ma ad ogni tentativo di rimonta dei locali corrisponde una reazione degli ospiti, che si stringono in difesa e sfruttano tutte le soluzioni offensive. I paladini non mollano ed è capitan Vecerina a guidare il nuovo tentativo di rimonta, con il -11 firmato Mack (33-44). Due punti di Diouf mandano le squadre negli spogliatoi sul 39-53.

La Infodrive inizia il terzo parziale proseguendo nella rimonta e la tripla di Diouf vale il -9 (46-55). Come ogni volta, però, Cantù ci tiene a rimettere le cose in chiaro e c’è spazio anche per lo spettacolo, con l’alley-oop sull’asse Stefanelli-Bryant ed il massimo vantaggio ospite, +19 (50-69). Stavolta è un super Francesco Reggiani a prendersi sulle spalle i suoi: tre bombe del numero 25 ed il 2/2 di King dalla lunetta riporta Capo d’Orlando sul -8 (63-71). Il contropiede chiuso da Stefanelli chiude il terzo parziale sul 63-73. Due punti di Bartoli aprono l’ultimo quarto, Cusin gli risponde, ma non è ancora finita e Capo d’Orlando ci crede: con Mack, Bartoli e King la Infodrive è sotto di 2 (73-75). Cantù prova a riallungare, con Da Ros ed un gioco da tre punti di Bryant, fino al +7 (75-82), ma il cuore biancoazzurro non conosce confini e la Infodrive trova il pareggio a 2 minuti dal termine a quota 85 con la tripla di Mack. Bucarelli è preciso in lunetta, ma la Infodrive va in vantaggio con Mack e King sull’89-87. Gli ospiti riescono a sfruttare l’ultimo possesso ed il tap-in di Bucarelli manda le squadre all’overtime. Quattro punti di Bucarelli aprono l’ultimo quarto, ma Capo d’Orlando è ancora lì con King. Dura troppo poco, perché Cantù scappa con Bryant e Allen fino al +9 che di fatto chiude la gara sul 93-104 (orlandinabasket.it).

Capo d'Orlando-Cantù, il tabellino

Infodrive Capo d’Orlando – Acqua San Bernardo Cantù 93-104 (16-26; 39-53; 63-73; 89-89)

Infodrive Capo d’Orlando: Diouf 9, Mack 21, Bartoli 7, Poser 14, Telesca n.e., Vecerina 7, Spada n.e., Reggiani 11, Gori n.e., King 24. Coach: David Sussi.

Acqua San Bernardo Cantù: Stefanelli 13, Bryant 23, Nikolic 2, Boev, Da Ros 8, Bucarelli 20, Cusin 8, Bayehe 6, Allen 22, Severini 2. Coach Marco Sodini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Infodrive sconfitta all'overtime da Cantù

MessinaToday è in caricamento