rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Eccellenza, Maurizio Lo Re fa il punto sul progetto Città di Taormina

Ecco le dichiarazioni dell’amministratore delegato del gruppo imprenditoriale che gestisce il club, che sta ben figurando anche con le squadre del vivaio

Il periodo natalizio si presta a stilare i primi bilanci stagionali, com’è avvenuto, in questi giorni, con il Città di Taormina. Ha reso noto il proprio pensiero Maurizio Lo Re, amministratore delegato del gruppo imprenditoriale che gestisce il club, militante nel campionato d’Eccellenza e che sta facendo molto bene con il vivaio. “L’anno scorso quando è arrivata la chiamata di Mario Castorina, ci siamo messi subito all’opera per sposare questo progetto con grandi prospettive. Abbiamo giocato poco: nel 2020 la crisi pandemica, purtroppo, ci ha fatto stare a casa. Però abbiamo lavorato dietro le quinte e, soprattutto, rafforzato i pilastri, affinché il calcio a Taormina potesse darci delle soddisfazioni. Siamo partiti dalla base e in quindici mesi abbiamo creato una scuola calcio che adesso vanta 400 tesserati con cinque affiliate. Un settore giovanile di primo livello.

L’obiettivo è la creazione di un gruppo importante di giovani, perchè sul nostro territorio ci sono tanti ragazzi con la voglia di fare e di diventare professionisti nel mondo del calcio - prosegue Lo Re - È una questione di mentalità, quella del sacrifico, del lavoro e dell’ultima: è una mentalità che si costruisce, ma che ti porta risultati. Abbiamo un ottimo rapporto con l’amministrazione comunale e con il sindaco, cosi come l’assessore allo Sport e Spettacolo. Negli ultimi mesi, però, si è creato un corto circuito, che dobbiamo risolvere al più presto per evitare che il calcio a Taormina scompaia.  Il “Bacigalupo" è la nostra casa. Una famiglia si può creare ed un matrimonio si realizza avendo una casa da abitare. È impensabile riuscire a fare calcio non avendo una tribuna omologata. Per garantire un futuro abbiamo l’esigenza di popolare la tribuna: non solo per fare incasso, ma anche da addetti ai lavori, genitori e i supporter. Tra l’altro il 30 giugno su questo terreno di gioco scadrà l’omologazione e questo non ci permette di poter fare nessun tipo di programmazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, Maurizio Lo Re fa il punto sul progetto Città di Taormina

MessinaToday è in caricamento