rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Calcio

Eccellenza, il futuro del Città di Taormina dipende dallo stadio “Bacigalupo”  

I programmi della società sono legati all’impianto della Perla dello Jonio. Il primo problema da risolvere è l’omologazione del terreno in sintetico

Il futuro del Città di Taormina ruota intorno allo stadio “Bacigalupo”. I programmi della società biancazzurra d’Eccellenza sono legati, infatti, all’impianto della Perla dello Jonio. Il primo problema da risolvere è la scadenza dell’omologazione del terreno in sintetico, che dopo 15 anni di “onorato servizio”, potrebbe non essere prorogata, come si augura, invece, la dirigenza che ha inviato alla FIGC una richiesta ufficiale in tal senso, spiegando che negli ultimi due anni il manto è stato utilizzato soltanto alcuni mesi per via della pandemia.

Resta, inoltre, l’inagibilità delle tribune, determinata dalla necessità di uscite d’emergenza con sfogo verso il terreno di gioco, che causa la disputa delle partite a porte chiuse. Con questi interrogativi in sospeso, resta incerto il futuro del club e della programmazione agonistica, mentre è concreto il rischio che si perda quanto di buono fatto nelle ultime stagioni. Come allenatore, circola il nome di Marco Coppa, che ha guidato nel 2016 lo Sporting Taormina, molte saranno le novità in organico con la volontà, comunque vadano le cose, di inserire diversi giovani del fiorente vivaio.       

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, il futuro del Città di Taormina dipende dallo stadio “Bacigalupo”  

MessinaToday è in caricamento