Venerdì, 19 Luglio 2024
Calcio

Il presidente della FIGC Sicilia Sandro Morgana stila il bilancio della stagione calcistica

“E’ stata un’annata di straordinaria valenza. Abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati. Peccato per i troppi atti di violenza”

Il presidente della Figc Sicilia Sandro Morgana ha tirato le somme sulla stagione appena finita in un forum sul calcio dell'Isola svoltosi a Ficarazzi nella sede della LND Regionale. “Soddisfatto dell’esito – spiega il massimo dirigente - alla presenza anche del vice Dino Corbo e del segretario Wanda Costantino. Sono emersi spunti interessanti di analisi e riflessione su ciò che è stato fatto e che si potrà realizzare nel futuro”.

“E’ stata – esordisce Morgana – un’annata di straordinaria valenza. Abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati e conquistato il successo nel Torneo delle Regioni nell’Under 19 di calcio a cinque. Il nostro selezionatore del calcio femminile Antonella Giammanco è stata insignita del premio fair play. Si sono vissuti momenti difficili caratterizzati da episodi di violenza, che condanniamo con tutta la nostra forza nella convinzione che detti fatti non devono appartenere al mondo del calcio. Esprimo, al tal proposito, vicinanza e sentito ringraziamento al mondo arbitrale e al vertice regionale rappresentato da Cristina Anastasi. Ci sono stati 42 casi, dato che rappresenta il 16% dei 252 fatti registrati in campo nazionale. È necessario un continuo monitoraggio e un potenziamento dei nuclei valutazione, istituiti al fine di sviluppare una politica di formazione e educazione ad una diversa cultura dello sport. Sono convinto che occorre attenzionare tutti gli episodi e, a mio giudizio, l’attivazione della prova televisiva potrebbe aiutare ad avere una migliore lettura dei fatti accaduti ed agire anche come deterrente”.

Il futuro è una pagina da scrivere, ma con l’entusiasmo di chi mira a completare con orgoglio il programma presentato nell’Assemblea elettiva dell’8 gennaio 2021. “Possiamo e vogliamo andare avanti, cavalcando il trend positivo. Dobbiamo pensare ad un riassetto dei campionati in armonia con l’attività nazionale. Nei prossimi due anni potremmo confermare i due gironi di Eccellenza e valutare lo stato della Promozione, il cui format sarà deciso dal Consiglio direttivo. Partirà l'Elite a livello giovanile per qualificare ulteriormente l’attività. Continueremo a implementare la formazione di dirigenti e tecnici e cercheremo sempre di tenere attivo il ramo della comunicazione”. Una sfida in continua espansione è l’impiantistica sportiva. “Oggi in Sicilia abbiamo 361 impianti, dei quali 99 sono in erba artificiale. Nel 2007 quando diventai il presidente del comitato regionale erano 20”. L’appuntamento è per il prossimo 23 giugno, quando, sempre a Ficarazzi, si terrà la “Festa del Calcio Siciliano”: saranno premiate le società e assegnati anche riconoscimenti speciali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente della FIGC Sicilia Sandro Morgana stila il bilancio della stagione calcistica
MessinaToday è in caricamento