rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Calcio

Serie C, Messina condannato a Avellino dal milazzese Dall’Oglio e dall’ex Russo

La squadra giallorossa è uscita sconfitta per 2-1 dal “Partenio-Lombardi”. Inutile il pareggio di Catania, autore di uno spettacolare gol  

Terza sconfitta in quattro partite per il Messina, battuto di misura (2-1) dall'Avellino al "Partenio-Lombardi". Un ko che relega i ragazzi allenati da Gaetano Auteri all'ultimo posto in classifica con un solo punto all'attivo. Inizio propositivo dei giallorossi, che si fanno vedere sulla fascia sinistra, dove giostra il vivace Catania. Al 7’ Iannone ci prova al volo, ma trova l’intervento in chiusura di un difensore. Dopo qualche minuto, entrano in curva i tifosi del Messina, accolti con cori amichevoli dai colleghi irpini nel segno di uno storico gemellaggio. A 17’ manovra insistita dei padroni di casa, Ceccarelli fa sponda per Trotta, che gira di testa, ma Daga si oppone con bravura. Pochi istanti dopo, Russo si invola in area e colpisce di prima intenzione, il portiere respinge di piede, rifugiandosi in angolo. L’Avellino sblocca il punteggio al 21’, quando il milazzese Dall’Oglio “telecomanda” una punizione dal limite, il pallone scavalca la barriera e si insacca alle spalle dell’incolpevole Daga. Quattro minuti dopo, Russo fallisce il raddoppio di testa, a pochi passi dalla porta. Sull’altro fronte, ci prova Marino, ma il suo piatto termina sul fondo. Spettacolare il pareggio di Catania (28’), che va a segno con una staffilata di destro sotto l’incrocio.  Ancora pericolosa poi la staffilata alta di Catania da buona posizione.

In avvio di ripresa (un cambio per parte), Ceccarelli si rende due volte pericoloso, peccando, però, della necessaria mira. Il tecnico dei biancoverdi prova a cambiare tatticamente il match, che sembra bloccato in questa fase, facendo entrare Kanoute e Garetto, ex Fc Messina, al posto di Ceccarelli e Dall’Oglio. Auteri risponde inserendo Grillo per Iannone. L’ex Russo riporta in vantaggio i lupi al 19’, insaccando da posizione ravvicinata la sfera respinta corta dal portiere sul tiro-cross dalla destra di Trotta. I biancoscudati non riescono a reagire in modo efficace, permettendo agli avversari di controllare la situazione fino al triplice fischio. Espulso Filì per fallo da ultimo uomo, a pochi secondi dallo scadere.    

Avellino-Messina 2-1
Marcatori: 21’ Dall’Oglio; 28’ Catania; 19’ st Russo.  
Avellino: Marcone, Franco (1’ st Franco), Russo (45’ st Rizzo), Aya, Ceccarelli (12’ st Kanoute), Casarini, Dall’Oglio (12’ st Garetto), Ricciardi, Trotta (28’ st Gambale), Auriletto, Moretti. A disp.: Pizzella, Antignani, Tito, Murano, Guadagni, Illanes e Micovschi. All. Roberto Taurino.
Messina: Daga, Marino, Fofana (24’ st Napoletano), Iannone (18’ st Grillo), Balde, Camilleri, Filì, Angileri, Catania (37’ st Curiale), Trasciani (1’ st Konate), Fiorani. A disp.: Lewandowski, Berto, Zuppel, Ferrini, Versienti e Mallamo. All. Gaetano Auteri.
Arbitro: Emmanuele di Pisa (Pressato di Latina e Martinelli di Seregno).
Note: espulso Filì al 49’ st per fallo da ultimo uomo. Sono stati ammoniti: Camilleri, Auriletto, Trasciani, Russo, Konate, Moretti, Catania. Recupero: 2’ e 5’.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C, Messina condannato a Avellino dal milazzese Dall’Oglio e dall’ex Russo

MessinaToday è in caricamento