Calcio

Primo brindisi del Messina in serie C, decisivo il gol di Vukusic

Nel ritrovato “Franco Scoglio”, la squadra giallorossa si impone per 1-0 sulla Virtus Francavilla. A segno, nella ripresa, l’attaccante croato

Il Messina, tornato finalmente al “Franco Scoglio” con i suoi tifosi, ha conquistato la prima vittoria stagionale nel campionato di serie C, battendo per 1-0 la Virtus Francavilla. Null’undici peloritano, Catania parte titolare insieme a Vukusic, Russo, mentre Milinkovic e Fazzi siedono inizialmente in panchina. Ospiti privi di Tulissi oltre che di Perez, Toscano e Patierno. Il campo in pessime condizioni ed il caldo afoso complicano i piani dei giocatori di entrambe le squadre.

I giallorossi cominciano la partita con il piede pigiato sull’acceleratore, rendendosi pericolosi al 4’ con il colpo di testa di Carillo su angolo di Catania, intercettato dal portiere. Biancocelesti attendisti, ma tatticamente quadrati. Intervento dubbio (10’) all’interno dell’area pugliese, dove Adorante, viene stretto da due difensori e cade a terra. L’arbitro non ravvisa alcuna irregolarità e lascia proseguire. Dall'altra parte, Maiorino calcia dal limite sull’esterno della rete. Al 18’ azione insistita del Messina con la bordata di Damian che impegna Nobile. Virtus Francavilla vicina al vantaggio al 32’: Maiorino si invola sulla sinistra, tiro a colpo sicuro respinto da un prodigioso intervento di piede di Lewandowski. Prima dell’intervallo, Adorante salta un uomo e con il mancino impegna severamente il portiere e, allo scadere del tempo, la girata aerea di Vukusic da favorevole posizione è troppo centrale. 

Nessun cambio in avvio di ripresa. Simonetti si mette in proprio, ma la sua conclusione non centra lo specchio. Sul ribaltamento di fronte, miracolo di Lewandowski sul rasoterra ravvicinato di Enyan, smarcato in profondità da Idda. Nel momento più complicato del match, il Messina sblocca il punteggio (11’) grazie alla perfetta girata di destro del croato Vukusic, che non concede repliche all’incolpevole Nobile. Lo stesso Vukusic lascia poi il posto al compagno Russo, che si posiziona al centro dell’attacco biancoscudato.  Al 22’ palo colpito da Ventola, che si mette le mani nei capelli. Dall’altra parte, Carillo indirizza la sfera a lato da favorevole posizione, mancando il raddoppio. La Virtus Francavilla resta poi (32') in dieci uomini per il secondo “giallo” rimediato dall’italo-camerunense Tchetchoua. L’inferiorità numerica riduce sensibilmente le possibilità di rimonta dei ragazzi allenati da Roberto Taurino, che sfiorano, comunque, il pareggio nel recupero con il perentorio stacco di Ventola, ma, anche questa volta, Lewandowski è bravo nell’intervento in tuffo. Al triplice fischio, il Messina può, quindi, festeggiare.   

Messina-Virtus Francavilla 1-0

Marcatore: 11’ st Vukusic. 
Messina (4-4-2): Lewandowski, Morelli, Celic (27’ st Fantoni), Carillo, Sarzi Puttini, Simonetti (27’ st Marginean), Damian, Fofana, Catania (40′ st Rondinella), Adorante (40’ st Busatto), Vukusic (17’ st Russo). A disp.: Fusco, Goncalves, Konate, Distefano, Busatto, Milinkovic, Fazzi. All. Sullo.
Virtus Francavilla (3-4-2-1): Nobile, Idda, Miceli, Caporale, Delvino (33’ st Ingrosso), Tchetchoua, Prezioso, Enyan (33’ st Puntoriere); Mastropietro (17’ st Carella), Maiorino; Ventola. A disp.: Milli, Feltrin, Gianfrida, Franco, Dacosta, Magnavita. All. Taurino.
Arbitro: Maranesi di Ciampino (Salama di Lamezia Terme e Del Santo di Siena).
Note: espulso al 32’ st Tchetchoua per doppia ammonizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo brindisi del Messina in serie C, decisivo il gol di Vukusic

MessinaToday è in caricamento