rotate-mobile
Calcio

Serie D, Fc Messina rimontato e battuto in casa dal Rende

Dopo 4 punti in due partite, i giallorossi cedono l'intera posto in palio ai calabresi, che si impongono per 2-1 allo stadio "Franco Scoglio"

Football Club Messina battuto, in rimonta (2-1), al “Franco Scoglio” dal Rende. Match dai due volti, giallorossi meglio nel primo tempo, ospiti superiori nel secondo

Padroni di casa propositivi in avvio di partita con molti uomini proiettati in avanti. Avversari guardinghi nonostante il 3-4-3, che avrebbe fatto presagire un approccio diverso. Subito un pericolo creato da Licciardello, il cui diagonale trova la pronta respinta del portiere. Sblocca il punteggio al 15’ Santapaola, che insacca la sfera con una perentoria girata aerea su angolo teso di Bramati. Trascorrono quattro minuti e Licciardello viene steso in area da Palma, l’arbitro assegna il rigore, che Orlando si fa parare da Mittica. I giallorossi sprecano, così, una ghiotta opportunità per raddoppiare. Santapaola, galvanizzato dal gol, scaglia (26’) una conclusione dal limite, che non inquadra di poco lo specchio.

Ad inizio ripresa, ci prova Orlando, ma senza la necessaria mira. Sull’altro fronte, Giannini sbaglia un rinvio ed innesca i biancorossi, Palma serve Abbey, che batte a colpo sicuro, ma Giannini si riscatta, deviando la sfera con la mano. Sul prosieguo dell’azione, ancora Palma manca il bersaglio. Risposta affidata alla spettacolare rovesciata di Orlando, a lato. Palma, il migliore in campo assieme ad Abbey, pareggia la 63’, realizzando, da posizione ravvicinata, su cross di Corbo. L’Fc Messina cerca di scuotersi con la staffilata del solito Santapaola, che sfiora il palo. Intervento dubbio poi in chiusura di Tosolini su Abbey, i calabresi reclamano l’assegnazione della massima punizione, il direttore di gara lascia, invece, correre. Con il passare del tempo, gli ospiti appaiono atleticamente più vivaci ed operano il sorpasso al 79’ con il colpo di testa dello scatenato Palma. Il Rende potrebbe subito chiudere i conti, ma lo stesso Palma fallisce un penalty (decretato per il fallo di Perez su Abbey e intercettato da Giannini). Gli assalti finali dei peloritani non sortiscono l’effetto sperato.

Fc Messina-Rende 1-2
Fc Messina: Giannini, Iurato, Perez, Aliaga, Stelitano (23’ st Tosolini), Samb (42’ st Thiam), Santapaola, Bramati, Castiglia (13’ st Valente), Licciardello (25’ st Sow), Orlando. A disp. Selmi, Rosa Gastaldo, Piccione, Carrozzino e Siaj. All. Emanuele Ferraro.
Rende: Mittica, Corbo, Piscopo, Mirabelli, Chiodo, Riconosciuto, Palma (44’ st Boito), Abbey (47’ st Mosciaro), De Miranda, Urruty (12’ st Consiglio), Furina (16’ st Gullo). A disp. Colombo, Dhamo, Ciardullo, Rondinelli e Novello. All. Emilio Cavalieri.
Arbitro: Aronne di Roma 1 (Petarlin e Zanon di Vicenza)
Reti: 15’ Santapaola; 63’ e 79’ Palma.  
Note: sono stati ammoniti: Palma, Samb, Giannini, Piscopo, Iurato, Chiodo e Perez. Recupero: 0’ e 5’.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Fc Messina rimontato e battuto in casa dal Rende

MessinaToday è in caricamento