rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Calcio

Serie D, Città di Sant’Agata si sveglia tardi sul campo del Locri

La squadra calabrese si è imposta per 2-1, capitalizzando al massimo le reti messe a segno nel primo tempo. Tirrenici spreconi nella ripresa

Il Città di Sant’Agata è incappato in casa del Locri in una sconfitta per 2-1, confermando l'affanno nelle partite in trasferta. Cominciano bene i biancazzurri, che hanno subito una buona opportunità. Calafiore lancia sulla corsa D'Aleo, frenato dalla tempestiva uscita del portiere. L'azione prosegue ed il pallone perviene a Cicirello, che, circondato da difensori locali, non riesce a battere verso la porta rimasta sguarnita. Si gioca su ritmi alti e al 13' il Locri potrebbe passare. Imbucata di Furina per Romero, che viene steso in area da Curtosi, inducendo il direttore di gara a concedere la massima punizione. Sul dischetto va Carella, Curtosi compie un prodigio e neutralizza. Ancora locali pericolosi (20’), questa volta con Parrotta, che da buona posizione manca la battuta, su assist di Furina. Cinque minuti più tardi i calabresi sbloccano il punteggio con Carrella, che si fa perdonare l'errore dagli undici metri. La reazione dei ragazzi di Vanzetto si materializza nel colpo di testa alto di Vitale. Sull’altro fronte, raddoppia l'ottimo Furina con un colpo di testa. Prima del riposo, il Città di Sant’Agata prova con una conclusione al volo di Squillace, risulta provvidenziale la deviazione di Aquino.

Ad inizio ripresa, mister Vanzetto opera un triplo cambio, dentro Maesano, Mazzamuto e Morleo, fuori Scolaro, D'Aleo e Carrà. Le sostituzioni sembrano sortire l'effetto sperato e Maesano si trova in posizione ottimale per sfruttare una sponda di Squillace, ma svirgola la battuta. Tenta poi Cicirello dal limite, Iannì in tuffo devia in angolo. I padroni di casa si fanno vivi con una punizione di Ficara, Curtosi non azzarda la presa e respinge sul fondo. Al 26’ grandi proteste dei santagatesi: Casella in proiezione offensiva, a seguito di un contatto con un difensore, termina giù in area, l’arbitro fa segno di proseguire. Annullato in seguito il gol di Vitale per fuorigioco. Il forcing santagatese viene premiato all'35’, quando Calafiore si avventa su un pallone vagante e lo insacca con un perfetto diagonale. Iannì si supera, nel finale, sul velenoso tiro di Bonfiglio. Da segnalare, in pieno recupero, le espulsioni di Palermo e Squillace.

Locri-Città di Sant’Agata 2-1
Marcatori: 26’ Carella; 39’ Furina; 35’ st Calafiore.
Locri: Iannì, Lucà, D. Aquino, Mbaye, Paviglianiti, Mazzone, Dodaro (1’ st Pagano), Parrotta (40’ st Ruggero), Carella, Furina (20’ st Ficara), Romero (43’ st V. Aquino). A disp.: Gagliardotto, Coffa, Martinez, Zarich, Palermo. All. Mancini.
Città di Sant’Agata: Curtosi, Casella, Demoleon, Brunetti, D’Aleo (1’ st Mazzamuto), Calafiore, Scolaro (1’ st Maesano), Squillace, Vitale, Carrà (1’ st Morleo), Cicirello (16’ st Bonfiglio). A disp.: Quartarone, Napoli, Duli, Empunda, Monteiro, Catalano. All. Vanzetto.
Arbitro: Leone di Avezzano (Fabrizi e Petrakis).
Note: espulsi al 47’ st Palermo e Squillace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Città di Sant’Agata si sveglia tardi sul campo del Locri

MessinaToday è in caricamento