rotate-mobile
Calcio

Promozione, la Polisportiva Gioiosa si interroga sul suo futuro sportivo

La società amaranto, che ha festeggiato i 50 anni dalla fondazione, sta vivendo un periodo particolare, nel quale non manca la preoccupazione per il futuro

Quale sarà il futuro della Polisportiva Gioiosa? Dopo aver sfiorato in salto l'Eccellenza, sogno svanito nella finale playoff persa (1-0) contro l'Avola, la società granata, che festeggia i 50 anni dalla sua fondazione, sta vivendo un periodo particolare, nel quale cresce la preoccupazione per quello che avverrà nei prossimi mesi estivi. Pochi giorni dopo la sconfitta di San Cataldo, si è fatto da parte il presidente Andrea Cultrona, come si legge nella nota pubblicata sulla pagina facebook del club:  “A decorrere dalla naturale scadenza del direttivo dell’Asd Polisportiva Gioiosa, 30 giugno 2024, non darò la mia disponibilità a ricoprire il ruolo di presidente”.

Ciò ha subito creato apprensione nella calorosa tifoseria, che teme una "rompete le righe" generale con successiva dismissione. Un timore accresciuto dal successivo saluto del tecnico Mirko Silvestri, tra i maggiori artefici dell'ottima annata agonistica, che ha ringraziato tutti i giocatori, lo staff tecnico, la dirigenza ed i sostenitori. La stagione è stata sicuramente da appalausi, ma adesso gli appassionati gioiosani si augurano che la luce sportiva non lasci il posto a cupe nubi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, la Polisportiva Gioiosa si interroga sul suo futuro sportivo

MessinaToday è in caricamento