rotate-mobile
Sport

Letojanni senza sosta, battuto anche Cinquefrondi: 3-1

Sempre più su la squadra messinese che vince la sesta partita consecutiva e resta a punteggio pieno in vetta alla classifica del girone I

La Datterino Volley Letojanni viola anche il terreno di gioco della Jolly Cinquefrondi dove vince per 3 a 1. Un risultato importante che le permette di restare in vetta alla classifica del girone I del campionato nazionale di Serie B con 18 punti, avendo vinto tutte le sei partite sin qui disputate. Nelle fila del Letojanni si registra l’assenza del capitano Danilo Cortina rimasto a casa per problemi muscolari e mister Rigano è costretto a fare scendere in campo una formazione inedita con Balsamo al palleggio, Chillemi opposto, Battiato e Speziale al centro, Torre e Saitta martelli ricettori con Chiesa libero. Dall’altra parte l’allenatore di casa risponde anche lui con dei cambi: con Laurendi in cabina regia al posto di Pugliatti, Laganà opposto, Filianoti e Arena al centro, Remo e Dipasquale martelli ricettori e Lopetrone libero.
Il primo parziale è un vero e proprio incubo per i letojannesi che vanno subito sotto per 6 a 2 costringendo Rigano al primo discrezionale. La musica non cambia e Laganà e Remo in attacco fissano il punteggio sul 9-2 e il tecnico jonico prova a mischiare le carte inserendo Salomone al posto di Saitta e Vintaloro al posto di Balsamo. Ma la situazione rimane immutata con i letojannesi che commettono errori a ripetizione in attacco e in ricezione. Torre prova a far rientrare i suoi con due attacchi (20-12) ma Laganà, Remo e Filianoti chiudono il parziale sul 25 a 14. Nel secondo set Rigano lascia in campo Salomone al posto di Saitta (una scelta che si rivelerà azzeccata con l’ex santateresino autore di un’ottima prestazione sia in ricezione che in difesa); Letojanni comincia a ricevere bene e mettere a terra qualche pallone in più e si porta subito avanti 4-2. Ma è un fuoco di paglia perché i calabresi sembrano insuperabili a muro e Laganà e Remo firmano il sorpasso sull’8-7; ancora errori dei letojannesi e mister Rigano chiama il primo time-out. La situazione non migliora e due punti consecutivi di Remo firmano il massimo vantaggio sul 18-12 non lasciando presagire nulla di buono per il prosieguo della gara. Quando ormai tutto sembra compromesso Letojanni tira fuori l’orgoglio e tutta la sua esperienza con la squadra comincia a girare meglio in tutti i fondamentali: in attacco Chillemi e Torre (autori di una prestazione maiuscola con a referto rispettivamente 22 punti il primo e 28 il secondo) accorciano le distanze fino al 20-18 inducendo il tecnico di casa ad interrompere il gioco. Laganà tenta il primo allungo (22-19) ma Chillemi e Torre accorciano le distanze (22-21). Laganà con un mani e fuori porta i suoi a più di 2, Torre sigla il punto del 23-22, Chillemi si fa murare dando due set-point agli avversari. Torre annulla il primo set-point per i padroni di casa e un errore in attacco di Dipasquale dà il 24 pari. Laganà firma il nuovo sorpasso ma Battiato prima e un attacco fuori dell’opposto calabrese danno il primo set-point ai letojannesi che chiudono il secondo parziale grazie ad un attacco di Chillemi.
Nel terzo set l’inerzia della partita passa nelle mani dei letojannesi che danno continuità al servizio mettendo pressione alla ricezione locale. Torre e Battiato provano il primo allungo (6-3) ma il Cinquefrondi per nulla intimorito del blasone dell’avversario recupera sino al 7 pari. Poi un errore dell’arbitro su un attacco di Salomone e il conseguente cartellino rosso a Balsamo consentono ai padroni di casa di portarsi avanti di due punti. I letojannesi, nonostante ciò, continuano a giocare una pallavolo efficace grazie ad un ottimo Salomone in ricezione e al duo Torre-Chillemi davvero devastanti in attacco. Dipasquale prima e Laganà dopo provano a fare rientrare i compagni di squadra ma Chillemi con un lungolinea ed un attacco errato del solito Laganà consegnano il set ai letojannesi.
Nel quarto parziale, dopo un iniziale testa a testa grazie all’ottima prova dell’ex Laganà (25 i suoi punti a referto) gli ospiti con Battiato prima e Torre dopo danno il primo strappo sul 9-13; a nulla servono i cambi del tecnico di casa. Un ace di Chillemi ed un’invasione a muro danno il massimo vantaggio (12-19). I padroni di casa con qualche muro provano a rientrare nel match ma è ormai troppo tardi. Battiato con un primo tempo e l’onnipresente Chillemi in attacco chiudono il set, consegnando tre punti d’oro agli jonici. Una vittoria fondamentale conquistata nonostante l’assenza di Cortina con lo staff tecnico costretto a ridisegnare il sestetto. Adesso testa al prossimo impegno di campionato in programma sabato in casa dove ospiterà il Vibo Valentia.
JOLLY CINQUEFRONDI - DATTERINO VOLLEY LETOJANNI 1-3
PARZIALI SET: 25-14; 25-27; 21-25; 20-25
JOLLY CINQUEFRONDI: Pugliatti 0, Laurendi 2, Lopetrone (L), Remo 13, Arena 6, Dipasquale 9, Renzo 0, Filianoti Fra 4, Laganà 25, Melara 0, Crucitti 0. Ne: Zerbonia, Cimino, Filianoti Fe. All: Franco Giglietta
DATTERINO VOLLEY LETOJANNI: Torre 28, Battiato 10, Balsamo 3, Chillemi 22, Speziale 5, Chiesa (L), Sciuto 0, Saitta 1, Vintaloro 1, Salomone 3. Ne: Amagliani. All: Gianpietro Rigano
ARBITRI: Valeria Vitola di Vibo Valentia e Gianguido Sposato di Cosenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Letojanni senza sosta, battuto anche Cinquefrondi: 3-1

MessinaToday è in caricamento