Convenzione del Neurolesi con le società sportive

L'Istituto di riabilitazione ha siglato accordi con i club per migliorare la condizione di pazienti e sportivi delle squadre

L'incontro di oggi al Neurolesi

Continua l’impegno dell’IRCCS “Bonino Pulejo” a supporto dello sport cittadino. 

Il rapporto con le realtà sportive è stato avviato esattamente due anni fa, in concomitanza con l’inizio delle attività presso il Caren, tecnologia finanziata dal Ministero della Salute che ha consentito la nascita del polo di riabilitazione virtuale altamente tecnologico che mette a disposizione dei pazienti e degli atleti delle società sportive, strumenti unici in Italia e rari nel panorama europeo.

Oggi, presso l’Auditorium del presidio Ospedaliero Irccs Casazza, sono state presentate le convenzioni stipulate con l’Akademia Sant’Anna, neonata società di pallavolo femminile che disputerà il prossimo torneo di B2, rappresentata dal Presidente Fabrizio Costantino e la squadra dell’Amatori Basket Messina, insieme al suo patron Mario Maggio. Presenti anche alcuni membri del Cia, Comitato Italiano Arbitri di pallacanestro della sezione di Messina accompagnati dal Delegato Provinciale Sara Sciliberto.

I dirigenti di questi club non si sono lasciati sfuggire quindi, l’opportunità di collaborare con una realtà che nel campo della medicina e della ricerca contribuisce in maniera significativa a tenere alto il nome della città a livello nazionale e non solo. Presto altre realtà sportive di Messina e provincia seguiranno a ruota le prime due società convenzionate, dal calcio al tennis fino agli sport dedicati ai paraolimpici, frutto del recente accordo raggiunto con il Presidente del Comitato Italiano Luca Pancalli, dove troveranno spazio anche molti pazienti già in cura. Ad illustrare le nuove iniziative è stato il Direttore Scientifico Prof. Placido Bramanti, che oltre a salutare i rappresentanti delle società si è focalizzato su quelle che sono le innovative strumentazioni messe a disposizione degli atleti, ad iniziare dal CAREN, divenuto punto di riferimento fondamentale per il recupero completo dopo un trauma o un infortunio, cosi come l’ALTER G noto per essere stato utilizzato da Cristiano Ronaldo durante la sua fase di ripresa post traumatica.

Il progetto dell’Irccs non riguarda solo lo sport, ma si orienta su tutto ciò che riguarda il benessere delle persone. Per questo, dopo un accordo con il ministero della Difesa, le attrezzature saranno messe a disposizione dei militari reduci dalle missioni all’estero e la prossima settimana nei locali dell’ex Istituto Marino di Mortelle saranno presentate altre iniziative rivolte ai soggetti più deboli.

Potrebbe interessarti

  • Christian e Claudia, primo matrimonio sulla spiaggia a Mongiovi

  • Il viaggio di Nicole, da Boston a Faro Superiore: “Aiutatemi a trovare i miei parenti”

  • Detenute al carcere di Barcellona, un giorno da modelle per abbattere il muro del pregiudizio

  • Oltre il muro del pregiudizio, serata glamour con le detenute del carcere di Barcellona

I più letti della settimana

  • Christian e Claudia, primo matrimonio sulla spiaggia a Mongiovi

  • La Papino conferma i licenziamenti, la Filcams Cgil: "Sani i vizi di forma e annulli le procedure"

  • Incidente in autostrada, in fin di vita un esattore del Cas

  • Detenute al carcere di Barcellona, un giorno da modelle per abbattere il muro del pregiudizio

  • Operazione antidroga, uno degli arrestati al tavolo delle trattative per la gestione degli stadi

  • Arrestato per droga alle trattative sugli stadi, Scattareggia: “Conosco Arena e Santoro, non altri”

Torna su
MessinaToday è in caricamento