Sport

Verso la Traversata dello Stretto, quando Paliaga eguagliò il record di Loffredo

La terza tappa d'avvicinamento alla storica gara di nuoto di fondo nelle acque tra Villa San Giovanni e Messina ci porta alle competizioni del 1958 e ‘59. Con un nuovo mito alla ribalta

I giorni passano in un istante, il sole diventa sempre più cocente e nell’aria si percepiscono chiaramente odori e sapori d’estate. In un clima del genere si inserisce, come ogni anno, la Traversata dello Stretto. La 55esima edizione porterà con sé diverse novità, come il percorso e il patrocinio europeo. Un'altra storia verrà narrata e nuovi avvenimenti saranno archiviati. La grandezza della manifestazione sportiva passa anche attraverso la quinta e la sesta edizione, dove un altro grande nome viene iscritto nell’albo d’oro: Gianni Paliaga.

17 agosto 1958, Capo Peloro. Gli atleti presenti sulla sponda siciliana dello stretto sono 13,  2 in più rispetto ad un anno fa. La cronaca della gara parla del gruppo dei primi ben assodato e staccato rispetto agli altri. Qui troviamo Gianni Paliaga, Santo Abruzzini, Ruggero Ciacci e Olivero Rossi. Dal primo al quarto ci saranno poco più di 3 minuti al traguardo. L’accesa lotta si risolve con Paliaga della Fiat Torino a toccare per primo la spiaggia calabrese, grazie al tempo di 1h 02m 47s. Abbassato nuovamente il precedente record di Verdini. Il secondo gradino del podio va ad Abruzzini della S.C. Taormina, mentre il terzo posto lo conquista Ciacci della A.S. Roma.

Un anno dopo, il canovaccio della gara non cambia. La Fiat Torino porta in un doppio trionfo assoluto il secondo atleta. Dopo aver condotto Loffredo alla doppietta, anche Paliaga bissa il successo dell’edizione precedente. Questa volta il record non cambia, con il tempo alzato a 1h 22m 36s. Alle sue spalle, staccato di un nulla, finisce Santo Abruzzini. A chiudere il podio ci pensa Margherita Sabatini della Subacquea Piemontese.

Secondo grande nome leggendario consegnato alla storia. La doppia affermazione, sudata, combattuta e acciuffata, apre a Paliaga le porte dell’Olimpo della Traversata dello Stretto. Per battere il record detenuto sia da lui che da Loffredo bisognerà attendere quasi un ventennio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso la Traversata dello Stretto, quando Paliaga eguagliò il record di Loffredo

MessinaToday è in caricamento