Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Verso la Traversata, il dominio di Salvatore Giannetta e il nuovo record di vittorie

Assodata la nuova formula del nuoto pinnato, la gara vedrà una netta affermazione dell’atleta dei carabinieri Napoli tra il 1977 e il 1980

Si ritorna a correre veloce e gli anni passano senza nemmeno accorgersene. La Traversata dello Stretto ha ripreso ad incidere definitivamente nell’estate villese. Il nuoto pinnato ha fatto la differenza, imponendosi con forza dal ‘73. Il ritorno del costante ritmo annuale ci regala nuove sfide e soprattutto ci permette di aggiornare il libro dei record. I Carabinieri Napoli domineranno senza freni la nuova era e il primo a scrivere un corposo capitolo di storia è Salvatore Giannetta. Il record di vittorie apparteneva sia a Loffredo che a Paliaga, entrambi a due successi. Corretto utilizzare il passato, perché dal 1977 al 1980 sarà proprio Giannetta a superare entrambi.

La prima delle quattro gare con Giannetta protagonista risale al 21 agosto 1977. 25 atleti partecipano ad una competizione praticamente monopolizzata dai Carabinieri Napoli, i quali si prendono tutto il podio. Giannetta chiude con il buon tempo di 57 minuti e 41 secondi. A poco più di un secondo arriva Giuseppe Silvestri, mentre in terza posizione si piazza Mario Bove. Gara senza grandi colpi di scena.

Il secondo atto ci porta al 20 agosto del ‘78. Questa volta Giannetta non si limita a vincere ma riesce anche ad abbassare il record del tempo, fermando il cronometro in 42 minuti e 25 secondi e prendendo il posto di Giovanni Fiannacca. L'incontrastata vittoria del carabiniere, precede l’arrivo in seconda posizione di Maurizio Benedetti e del compagno del vincitore Ciro Farina, arrivato terzo. 

Se un anno prima la supremazia dei napoletani era un dato di fatto, il 12 agosto del ‘79 non hanno praticamente avversari. La superiorità è chiara a tutti e gli atleti dei carabinieri conquisteranno i primi quattro posti. Giannetta va vicino a battere il suo stesso miglior tempo, fermandosi a 44 minuti e 40 secondi. In terza piazza si conferma per il secondo anno consecutivo Ciro Farina, mentre secondo arriva il compagno di squadra Luciano Brunelli.

La quarta apparizione consecutiva è apparentemente la più semplice per Giannetta. Preso il record del tempo e superato in un colpo solo gli storici Paliaga e Loffredo, il nuotatore dei carabinieri può affrontare con serenità la gara, ammesso e concesso che si possa parlare di tranquillità in una competizione come la Traversata dello Stretto. L’ordine d’arrivo del 3 agosto 1980 è decisamente unico. Per la prima volta i vincitori sono due. Entrambi dei Carabinieri Napoli. Otre Giannetta, con il tempo di 49 minuti e 4 secondi taglierà in simultanea il traguardo anche Mario Bove. Assegnata vittoria ad ex aequo. A chiudere il podio è ancora una volta il costante Ciro Farina. Se pur nella maniera meno prevedibile, Giannetta chiude la sua epopea con ben quattro vittorie consecutive, garantendosi così un posto al tavolo delle glorie della Traversata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso la Traversata, il dominio di Salvatore Giannetta e il nuovo record di vittorie

MessinaToday è in caricamento