Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Calcio, i tifosi prendono posizione: "Tiferemo solo per una squadra"

Il comunicato alla città di quattro dei sei gruppi organizzati della curva sud. Un segnale inequivocabile in vista della prossima stagione. Bocciata l'ipotesi di continuare con due squadre cittadine

Testi Fracidi, Uragano Cep, Gioventù Giallorossa e Fedelissimi hanno le idee chiare: "tiferemo solo una squadra". E' il messaggio lanciato all'intera città in vista della prossima stagione calcistica, un segnale di rottura con la situazione attuale che ha visto fronteggiarsi Acr Messina e Fc Messina nel torneo di Serie D.

Adesso i quattro club organizzati, che insieme ad altri due compongono la curva sud del "Franco Scoglio", non sono più disposti al dualismo e anticipano la volontà di seguire solo un'unica squadra. Da qui la richiesta al sindaco Cateno De Luca di farsi garante per un progetto che porti ad unico Messina in grado di programmare il futuro con solidità economica e con l'affidabilità che nell'ultimo decennio è mancato a quasi tutti i progetti di rinascita calcistica. 

Testi Fracidi, Uragano Cep, Gioventù Giallorossa e Fedelissimi, in attesa di novità, hanno deciso di autosospendersi, annunciando l'intezione di non sostenere né Acr Messina e neanche l'Fc Messina. Torneranno in curva solo per sostenere un unico progetto.

Il comunicato integrale

“Il calcio non è solo uno sport. Il calcio è passione, è gioia, è tristezza. Il calcio è amore, follia, rabbia. A Messina il calcio è storia, è appartenenza, è sentirsi parte di un unico corpo: a Messina il Messina è vita. È ormai diventato fondamentale chiarire che a Messina non basta appropriarsi di uno stemma e/o di una sigla per meritare la gloria che conserva dentro, e continuare (sarebbe meglio dire sperare di continuare) la Storia calcistica di Messina.

Il calcio è della gente e puoi essere Storia solo quando la Città ti segue, quando i gradoni dello Stadio sono colmi di urla e colori, quando la gente sente la maglia cucita addosso. Maglia è singolare e a Messina deve essere così. Punto. Due sono tantissime e sostanzialmente inutili e a dirlo sono i fatti. Con queste premesse i sottoscritti Gruppi della Curva Sud chiedono:

1) alla Città di essere, insieme a noi, espressione di una volontà di unicità e serietà per il nostro Messina.

2) ai mass media di evitare questa continua “puntata al cavallo vincente” (che di vincente non ha proprio nulla) ma di essere costante pungolo e cassa di risonanza per portare la Città all’ottenimento dell’unico risultato possibile di questa partita.

3) al Sindaco Cateno De Luca e alla Giunta che egli rappresenta, ed in generale alla politica messinese tutta di farsi finalmente, e in modo chiaro e definitivo, garante di un progetto che porti a un unico Messina: senza sigle, solido, forte economicamente, moralmente ed eticamente affidabile. Una società sportiva che sia finalmente degna dei nostri colori e della nostra Storia, che possa essere riferimento per lo sport cittadino e unico fruitore sportivo degli stadi.

In attesa che si realizzi tutto questo i firmatari gruppi ultrà della Curva Sud si auto-sospendono e non seguiranno in futuro nessuna delle squadre che oggi si fregiano, portando solo inutili divisioni, del nome e della storia del Messina, auspicando che in tempi brevissimi tutte le componenti utili e necessarie inizino a lavorare seriamente per un unico progetto calcistico cittadino. Solo allora la Sud tornerà a difendere l’onore della maglia giallorossa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, i tifosi prendono posizione: "Tiferemo solo per una squadra"

MessinaToday è in caricamento