menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Fc Messina

Foto: Fc Messina

Acr Messina beffato al 92', il Football Club di misura sul Paternò

La squadra di Novelli butta via la vittoria sul campo del Ragusa. Padroni di casa rimontano 3-3 dopo il doppio svantaggio. L'Fc torna alla vittoria grazie a una perla di Carbonaro

Che beffa per l'Acr Messina, fermata sul 3-3 in casa del modesto Marina di Ragusa dopo una partita dominata. La gara sembrava chiusa grazie al doppio vantaggio firmato da Arcidiacono e Sabatino, ma gli iblei accorciano con il rigore di Mannoni, e poi completano la rimonta al 92' con Agudiak. Secondo pari consecutivo per gli uomini di Novelli che questa volta hanno molto da recriminare visto il finale di una partita praticamente in pugno. 

I giallorossi sbloccano il risultato già al 6' con un bel rasoterra di Arcidiacono dopo uno scambio con Foggia. Passano appena dieci minuti e arriva subito il raddoppio, questa volta è Sabatino a gonfiare la rete con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Gli ospiti continuano a macinare gioco e attaccare, Arcidiacono sfiora la doppietta, poi ci prova Foggia ma senza riuscire a far male. Al 37' il Marina di Ragusa riesce a sorpresa ad accorciare le distanze: Cretella atterra in area La Vardera e l'arbitro assegna il rigore. Dal dischetto Mannoni non sbaglia. Dopo appena due minuti però il Messina piazza una nuova zampata e si porta sul 3-1 con un bel diagonale di Arcidiacono che questa volta può festeggiare la doppietta personale. Il match sembra ormai in cassaforte. 

Nel primo quarto d'ora del secondo tempo tutto fila liscio, ma al 61' Lai ci mette lo zampino quando si lascia sfuggire una punizione di venti metri di Mannoni che realizza quindi il suo secondo gol della gara. Al 72' ci si mette la sfortuna quando Vacca timbra il palo e costringe i suoi a soffrire fino alla fine visto che poco dopo fallisce un'ottima chance a tu per tu con il portiere. E per la legge del calcio in pieno recupero arriva il pareggio del Marina di Ragusa, lo firma l'argentino Agudiak che manda sotto l'incrocio.

I giallorossi masticano amaro e si vedono rosicchiare due punti dalla seconda Acireale, ancora distante quattro punti ma con due gare da recuperare. Vicino anche il Football Club Messina che di partite ne deve recuperare addirittura tre. Nel prossimo turno, l'Acr sarà di scena al "Franco Scoglio" con il Città di Sant'Agata dell'ex Mimmo Giampà.

Il tabellino

Marina di Ragusa-Acr Messina 3-3

Marcatori: 6', 39' Arcidiacono (M), 17' Sabatino (M), 37', 61' Mannoni, (R), 92' Agudiak (R)

Marina di Ragusa: Pellegrino, Pietrangeli (55' Mauro), Cervillera, Mannoni, Puglisi, Giuliano (46' Monteleone), Baldeh, La Vardera (58' Agudiak), Dieme, Manfrè, Di Bari. In panchina: Alvani, Cannia, Cinquemani, Tripoli, Castellino, Brunetti. Allenatore: Utro.

Acr Messina: Lai, Cascione, Lomasto, Sabatino, Giofrè, Cristiani (40′ st Boskovic), Aliperta, Cretella (70' Crisci), Bollino (75' Mazzone), Foggia (87' Manfrellotti), Arcidiacono (58'  Vacca). In panchina: Manno, Polichetti, Saindou, Izzo. Allenatore: Novelli.

Arbitro: Restaldo di Ivrea. Assistenti: Peloso di Nichelino e Consonni di Treviglio

Ammoniti: Aliperta (M), Agudiak (R)

Espulsi: Mauro (R)

FC MESSINA

Dopo due pareggi consecutivi, il Football Club Messina torna a gioire al "Franco Scoglio" grazie all'importante vittoria sul Paternò. A decidere il match è il gol-capolavoro di Carbonaro che può così festeggiare dopo una lunga astinenza. Una delle poche emozioni in un match molto equilibrato. 

Sono i padroni di casa a fare la partita fin da subito, ma la prima vera occasione capita al 15' agli ospiti quando un tiro sporco di Scapellato centra la traversa con Marone ormai battuto. I giallorossi rispondono con Carbonaro e Bevis, risultato però fermo sul pari. Al 30' ci prova Agnelli da fuori, ma è bravo Cavalli ad opporsi, poi è Bianco a rendersi pericoloso senza però indovinare la conclusione vincente. Finisce  così il  primo tempo. 

La musica non sembra cambiare nella ripresa. Bisogna attendere il 57' per vedere la prima vera conclusione: un colpo di testa di Carbonaro con poche pretese. Ma è proprio il bomber palermitano a prendere in mano la partita e trovare il vantaggio al 67' con un tiro a giro che si è abituati a vedere in altre categorie, 1-0 e grande festa al "Franco Scoglio". Per Carbonaro prima rete dopo un girone di andata tormentato. Il Football Club arretra il baricentro e contiene gli sterili attacchi degli ospiti. Alla fine i tre punti sono cosa concreta.

Una vittoria fondamentale per gli uomini di Criaco, sostituto del titolare Rigoli ancora alle prese con il Covid. Palma e compagni sono adesso al terzo posto con cinque lunghezze di ritardo dalla capolista Acr Messina, ma con tre gare ancora da giocare. Nel prossimo turno trasferta sul campo del Roccella.

Il tabellino

Fc Messina-Paternò 1-0

Marcatore: 67' Carbonaro

Fc Messina:  Marone, Giuffrida (50′ Arena), D. Marchetti, Carbonaro (78′ Mukiele), Palma (A. Marchetti 88′), Agnelli, Casella, Fissore, Ricossa, Bianco(83′ Aita), Bevis. In panchina: Tocci, Quitadamo, Garetto, Panebianco, Cangemi. Allenatore: Criaco.

Paternò: Cavallo, Guarnera, Mazzotti, La Piana, Scapellato, Di Stefano, Raia, Puglisi, De Marco (72′ Savasta), Raimondi, Santapaola. In panchina: Cavallaro, Barbaro, Bruzzo, Zappalà, Aureliano, Puglisi, Tavelli, Giuffrida. Allenatore: Catalano.

Arbitro: Pelletti di Crema. Assistenti: Laghezza di Mestre e  Tomasi di Schio.

Ammoniti: Guarnera (P), Agnelli (M)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento