menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tennistavolo, Top Spin Messina scatenata: 4-0 al Prato

Importante successo del team peloritano nell'anticipo della settima giornata di Serie A1. Protagonisti assoluti Landrieu, Rech Daldosso (due sigilli) e Piccolin

Netta affermazione della Top Spin Messina nell'anticipo della settima giornata di Serie A1 di tennistavolo. Il team peloritano ha battuto a domicilio 4-0 il Circolo Prato 2010 centrando il quinto successi su cinque partite finora disputate. Un bottino che vale il primato in classifica a quota 10 punti  con la Marcozzi Cagliari che ha però disputato due gare in più.

In un confronto di alto livello, Andrea Landrieu ha superato 3-0 Carlos Caballero, n. 4 di Spagna, nel singolare d’apertura. Sul 7-7 il francese ha provato ad accelerare con due punti consecutivi, ma lo spagnolo lo ha ripreso. Lo scatto decisivo è stato comunque di Landrieu, vittorioso per 11-9. Tiratissimo anche il secondo parziale. Il transalpino conduceva 5-3 e poi 8-5, prima di essere agganciato sull'8-8. L’atleta della Top Spin è riuscito comunque a replicare l’11-9, sfruttando il secondo set-point a disposizione. Nella terza frazione Landrieu ha dovuto rimontare dallo svantaggio iniziale (3-5), portandosi sul 5-5 e, successivamente, sul 5-7 ha piazzato un break (6-0) utile a completare l’opera, dando una grande sensazione di solidità e concentrazione.

Si è invece decisa alla “bella” la sfida tra Marco Rech Daldosso e John Michael Oyebode, con il bresciano che ha prevalso per 3-2. Nel primo set Oyebode è partito lanciato (6-1), ma Rech Daldosso non ha mollato, raggiungendo la parità sul 7-7. Il portacolori della Top Spin ha poi neutralizzato due set-point sul 10-8 per Oyebode, cedendo 12-10 alla terza occasione per il giocatore di Prato. Avanti 5-3 e dopo per 8-5, nel secondo parziale, il campione italiano assoluto si è visto rimontare dall’avversario che ha incamerato cinque punti di fila. Annullati due set-point a Oyebode, è stato Rech Daldosso a esultare per 12- 10. Inizialmente sotto sul 4-5, dal 7-7 il bresciano è andato dritto alla meta nella terza frazione, conquistando quattro punti consecutivi. Oyebode ha prolungato l’incontro all’ultimo set, scappando sul 7-3 e chiudendo 11-5 il quarto parziale. Alla “bella” Rech Daldosso non gli ha però lasciato scampo e dal 5-4 si è involato con grande autorità verso la vittoria: 11-5.

Perentorio il 3-0 con cui Jordy Piccolin ha battuto Juan Pablo Lamadrid. Il bolzanino ha dilagato già in avvio (5-0), non scomponendosi neanche di fronte al tentativo di rientro del cileno (6-4). Dopo l’11-5 del primo set, Piccolin è partito bene anche nel secondo (4-2), venendo però superato (4-6), ma mettendo poi a segno cinque punti di fila. Raggiunto sul 9-9, Piccolin ha fallito un set-point sul 10-9, ne ha cancellato uno al sudamericano, cogliendo la nuova occasione per imporsi 13-11. Strada subito in discesa (6-1) nella terza frazione, con Piccolin che sul 10-5 ha però sciupato quattro match-point prima di trovare l’11-9, decisivo a far scorrere i titoli di coda.

Di Rech Daldosso, contro Caballero, il punto del definitivo 4-0. Gara combattuta, terminata anche questa alla “bella”. Dopo un inizio equilibrato (3-3), lo spagnolo in forza a Prato ha allungato fino all’11-3. Rech Daldosso si è comunque rimesso immediatamente in carreggiata, marciando deciso (7-3) nel secondo set, vinto per 11-6. Il pongista bresciano è stato autore di un grande avvio di terza frazione (5-0) e si è portato a condurre sul 2-1 grazie all’11-4. Il quarto parziale è andato a Caballero, nonostante la reazione di Rech Daldosso che, sotto 1-6, si era prepotentemente riavvicinato (8-9). L’iberico, con l’11-8, ha rimandato il verdetto al quinto set. Parità sino al 3-3, poi Rech Daldosso ha preso il largo, volando dal 6-4 fin verso il traguardo finale: 11-4 alla “bella” e 3-2 in suo favore.

La rotonda vittoria per 4-0 che vale il primato in classifica a punteggio pieno e l’ottimo stato di forma degli atleti scesi in campo a Prato rappresentano per la Top Spin Messina Fontalba una bella iniezione di fiducia in vista dello storico esordio in Europe Cup. In Croazia, a Vara?din, tra sabato 27 e domenica 28, i ragazzi del tecnico Wang Hong Liang sfideranno i padroni di casa dell’STK Starr Croatia e gli ungheresi del Pte Peac Kalo-Meh per il gruppo D nella prima fase della competizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Fiumara d’Arte”, 230 progetti per i belvedere dell’anima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento