rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Sport

Vela d'altura, al via a Capo d'Orlando il secondo campionato autunnale dei Nebrodi e delle Eolie

Primo test in Sicilia per le boe geostazionarie. Tredici equipaggi iscritti per cinque giorni di regata

Ha preso il via il 2^ Campionato autunnale dei Nebrodi e delle Eolie, ultima manifestazione per la vela d’altura messinese del 2022. 

Organizzata nelle acque della baia di S.Gregorio-Brolo dallo Yacht Club Capo d’Orlando, la manifestazione si sviluppa su 5 giorni di regata, l’ultima delle quali è il 18 dicembre. 

Tredici equipaggi iscritti, suddivisi nelle due categorie di Crociera-regata e Gran Crociera.

La prima giornata è stata caratterizzata da una leggera brezza di Grecale, che ha consentito intorno a mezzogiorno il piazzamento del campo di regata.  Nella prima prova ottima partenza per Maria X Cento di Salvatore Nocera, che legge benissimo una rotazione del vento sul lato sinistro della linea guadagnando ben presto un vantaggio di diverse centinaia di metri che manterrà sino all’arrivo davanti a Northern Light Parallelo 38 di Enzo Ricordo e Freedom di Patrizia Musarra.
In categoria Gran Crociera la prima prova va alla siracusana Dominguin di Davide Momigliano, seguita da Marsiglia di Roberto Corpina e la milzzese Hakuna Matata di Antonino Giunta.
 
Per la seconda prova si rivela azzeccata la scelta del Comitato di regata di spostare il campo in una zona con condizioni di brezza più costante, che consente a tutta la flotta una bellissima partenza; nel corso del primo lato di bolina e di poppa la flotta rimane compatta, con distacchi di pochi secondi, e continui cambi di posizione tra i partecipanti. Al termine della seconda prova , identico podio per la classe Gran Crociera, con Dominguin ampiamente davanti. In classe Crociera regata stavolta è Northern Light a primeggiare davanti a Maria X Cento, si conferma terza Freedom.
 
Per l’occasione sono state testate – per la prima volta in Sicilia – un particolare tipo di boe geostazionarie che , fornite di un sistema motorizzato collegato ad un GPS, consente alla boa di mantenere la posizione contrastando gli effetti del vendo e della corrente senza bisogno quindi dei tradizionali ancoraggi. 

Un ulteriore evoluzione tecnologica applicata allo sport che consente di superare le difficoltà dovute agli agenti atmosferici nella disciplina della vela.

Appuntamento adesso al 27 Novembre per la seconda giornata di regata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vela d'altura, al via a Capo d'Orlando il secondo campionato autunnale dei Nebrodi e delle Eolie

MessinaToday è in caricamento