rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Volley

Play-off B1. Troppa Altino per l’Amando Volley: le abruzzesi espugnano il New PalaBucalo

La gara di andata compromette in maniera evidente la sfida di sabato prossimo, ma le messinesi ce la metteranno comunque tutta

Non basta un solo set alla pari all’Amando Volley al cospetto di una buonissima Tenaglia Altino Volley. Le ragazze di mister Emiliano Giandomenico, vecchia conoscenza del volley santateresino, hanno bisogno di due terzi di set per prendere definitivamente le misure alle siciliane così da chiudere a proprio favore il primo set e vincere in scioltezza secondo e terzo set. Nella prima frazione le santateresine conducevano 18-17, poi con Valentina Civardi al servizio le rosso-blu sovvertivano le sorti del set e mettevano a segno un importante break (18-22). La rimonta delle padrone di casa si fermava sul 21-22 (diagonale della Nielsen), poi solo Altino. Chiusura del set con Alessia Montechiarini che murava la Nielsen (21-25). Nel secondo set saliva in cattedra la marchigiana Camilla Orazi che firmava un primo importante allungo (6-11).

Sul 9-14 mister Prestipino aveva esaurito i discrezionali a propria disposizione. Ace di Diana Giometti per l’11-19. Sara Gervasi rintuzza i colpi e porta le sue sul 17-22, poi la resa sotto i colpi di Orazi, Giometti e Ferrara, quest’ultima dalla seconda linea. Parziali eloquenti anche nel terzo parziale: 3-10, Montechiarini mura Franceschini; 9-15, a segno la Giometti e ancora la banda ex Desi Volley Palmi per un 10-21 che non fa preludere nulla di buono per le locali. Terzo set che si chiude con lo stesso risultato del secondo (17-25) con punto conclusivo della Civardi. Mister Prestipino ha schierato inizialmente le sue con Gervasi e Nielsen in attacco, Murri e Cecchini al centro, Courroux in palleggio, Bertiglia opposta e Galuppi libero. Spazio durante la gara a Franceschini in luogo della Bertiglia, a Spitaleri al posto della Cecchini, ad Amaturo in cabina di regia, a Giacomel in posizione S2.

Giandomenico è invece partito con Orazi opposta alla Picchi, Giometti e Civardi di banda, Antonaci e Montechiarini sottorete e Michela Conti libero. Sprazzi di gara anche per la Ferrara e per Fanelli. Solitamente siamo abituati a ben altre prestazioni dell’Amando Volley. Varie sono le motivazioni che possono giustificare questa sconfitta in casa: un avversario forte soprattutto in difesa, concentrato e che ha studiato bene le santateresine in settimana; una maggiore attitudine delle abruzzesi a giocare partite di questo livello; l’infortunio occorso alla Nielsen nel corso del primo set che l’ha condizionata nel resto della gara e le troppe disattenzioni in fase difensiva in casa biancoceleste unitamente a qualche doppia o invasione di troppo.

Numerosi gli errori al servizio delle ospiti dettati tuttavia dall’ordine di Giandomenico di forzare questo fondamentale visto che l’andamento della gara lo consentiva. Gara di ritorno sabato prossimo al Pala Silvestrina di Altino (CH). Pubblico delle grandi occasioni in palestra. Presente il gotha della pallavolo nostrana: ravvisati fra gli altri la prof. Ina Baldi, coach della Hub Ambiente Catania, Bartolo Ferro presidente del Modica Volley con la figlia, l'atleta Fabiola e il presidente del Volley Zafferana Danilo Lizzio. Sorpresa per le ragazze abruzzesi a fine gara raggiunte da alcune colleghe quali Michela Pisano, Valentina Martilotti e Margherita Muzi, compagne di squadra di Alessia Montechiarini nel Cerignola dei miracoli di qualche anno fa. Il tabellino del match:

AMANDO VOLLEY-TENAGLIA ALTINO 0-3 (21-25, 17-25, 17-25)

AMANDO: Gervasi 4, Cecchini 2, Spitaleri 1, Galuppi (L), Courroux, Giacomel 5, Amaturo, Franceschini 1, Murri 9, Nielsen 7, De Candia, Bertiglia 6. All: Prestipino

ALTINO: Antonaci 7, Ferrara 1, Graziani, Papa, Picchi 1, Montechiarini 6, Natalizia (L2), Orazi 12, Conti (L), Civardi 14, Giometti 17, Tarantino, Fanelli. All: Giandomenico

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Play-off B1. Troppa Altino per l’Amando Volley: le abruzzesi espugnano il New PalaBucalo

MessinaToday è in caricamento