rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Volley

Pool Salvezza A2. L’Akademia Messina stecca all’esordio sul campo di Lecco

Sconfitta netta per la formazione siciliana che si risveglia soltanto a partire dal secondo set

Inizia con una battuta d’arresto il cammino salvezza della Desi Shipping Akademia Messina che, in casa della forte Orocash Lecco (terza forza della Poule salvezza) subisce un 3-0 finale frutto di un match giocato in maniera altalenante dalle messinesi, che pagano a caro prezzo alcune “pause” che ne compromettono la gara, soprattutto nel secondo e terzo set. Mentre nella prima frazione, infatti, si assiste quasi ad un assolo delle padrone di casa, nel secondo e terzo game dell’incontro le ragazze allenate da Coach Bonafede hanno il merito di giocare una buona pallavolo contro un avversario decisamente di grande livello, salvo poi non trovare continuità e determinazione decisive nelle fasi “calde” del match e permettere alle atlete di casa di portare a casa l’intera posta in palio.

Primo set della partita decisamente a favore della squadra di casa che, dopo un primo sprint delle messinesi, riesce ad allungare approfittando di diversi errori in ricezione delle ospiti, acquisendo già a metà game un rassicurante vantaggio utile ad indirizzare la frazione in proprio favore (25-14). Atteggiamento diverso nel secondo parziale per le peloritane, che cercano di condurre nel punteggio nonostante le padrone di casa rispondano colpo su colpo. Akademia si porta anche sul +2 ma è pronta la risposta di Lecco che, prima aggancia le ospiti e poi le sorpassa portandosi, poco alla volta, anche sull’importante +6. Messina trova una grandissima reazione di carattere e riesce a ricucire l’ampio svantaggio portandosi anche in vantaggio ma, alla fine, è la Orocash ad avere la meglio ai vantaggi (26-24). Inizio della terza frazione che vive di strappi. Parte benissimo la Desi Shipping che, pronti via, si porta sul +4, salvo farsi riprendere sul pari dalle padrone di casa e poi allungare nuovamente con grande concretezza, portandosi anche fino al +6 nella seconda parte del set. Lecco non molla e, con un break di 9-0, approfitta di un black-out ospite e ribalta il set, portandolo a casa con il finale di 25-21.

La squadra di casa scende in campo schierando nello starting six iniziale la coppia Rimoldi-Bracchi sulla diagonale palleggiatore-opposto, le due schiacciatrici sono Lancini e Zingaro, mentre la coppia centrale è composta Piacentini e Tresoldi il Libero è Ilaria Bonvicini. Messina risponde confermando lo starting six dell’ultima di regular season, con la coppia Muzi-Ebatombo sulla diagonale palleggiatore-opposto, Martilotti e Robinson sono le due schiacciatrici mentre le centrali sono Martinelli e Mearini. Il libero è Giorgia Faraone. Parte con grande determinazione Akademia che mette la testa avanti e prova a scappare sul +2 grazie ad un’ottima fase a muro, subito riacciuffata, però, dalla squadra di casa che riesce anche a siglare il contro sorpasso scappando sul +2 (5-3 e time out speso da Coach Bonafede). Al rientro in campo l’ace della Bracchi (buon turno in battuta per lei) vale il massimo vantaggio per la Orocash, che allunga ancora approfittando dei diversi errori in attacco della formazione ospite. Akademia riesce ad interrompere il digiuno e torna a segnare, ma le lombarde trovano sicurezza nel vantaggio costruito e riescono a portarsi fino al prezioso +6 (11-5 e nuovo time out chiamato dalla panchina messinese). Anche questa volta il rientro in campo è segnato dall’ace di Lecco, prima che la Desi Shipping torni nuovamente a punto. Le ragazze allenate da Coach Milano non accennano a rallentare e, complice anche un gioco poco brillante delle peloritane, prendono il largo e conquistano in maniera abbastanza agevole il primo set (25-14).

Tanto equilibrio nella prima parte della seconda frazione: Akademia scende in campo con un nuovo assetto (la Catania al posto della Ebatombo) e con maggiore determinazione, riuscendo a portarsi avanti nel risultato mentre, dall’altro lato, Lecco rimane agganciata alle ospiti trascinata dalla Bracchi. Messina riesce anche a portarsi sul +2 e resiste ai diversi tentativi di ritorno delle padrone di casa che, alla fine, riescono a trovare il pari e poi anche il controsorpasso (11-9). La Orocash approfitta di una fase di appannamento dellle siciliane ed allunga ancora, costringendo Coach Bonafede a chiamare due volte il time out (prima sul 15-11 e poi sul 17-12). La Pallavolo Picco continua a premere sull’acceleratore e si porta fino al +6 (18-12) che indirizza anche il secondo set sui binari giusti per la squadra di Coach Milano. La Desi Shipping, però, non ci sta e, con un bel turno al servizio della Martilotti, ne piazza tre di fila, costringendo la panchina di casa a spendere il primo time out della partita (21-18). Al rientro in campo l’ace della numero 6 ospite vale il preziosissimo -2 per Messina, prima che la Bracchi riesca ad interrompere l’emorragia di punti delle sue. Akademia non vuole mollare e, trascinata da una bella difesa e da una Robinson incontenibile, trova anche i punti che valgono il sorpasso e riaccendono improvvisamente la frazione di gioco. Il muro fuori di Akademia vale il nuovo sorpasso di Picco ma la Desi Shippng annulla il primo set point alle lombarde e porta la frazione ai vantaggi. Coach Milano tenta la carta Bassi e la mossa produce i frutti desiderati: per due volte la giocatrice di casa trova il mani-fuori di Messina che vale la conquista del secondo set per le lombarde (26-24).

Anche nella terza frazione parte bene la Desi Shipping che, pronti via, si porta sul 6-3 grazie anche all’ace della Martinelli che costringe Coach Milano al time out. Akademia allunga ancora ma è pronta la risposta di Lecco che, con un break importantissimo, trova il 7-7 e determina il time out ospite. Coach Bonafede ottiene il risultato sperato tornando a punti grazie al muro della Muzi, che dà il là ad un nuovo bell’allungo ospite fino al +4, grazie anche a degli ottimi turni al servizio (8-12). Molto contestato dalla squadra ospite il nono punto per la Orocash che, approfittando anche di un pò di nervosismo delle ospiti, riesce a rosicchiare punti importanti a Messina e si porta sotto di 2. Martilotti trova il nuovo +3 che, nonostante i tentativi delle ragazze di casa, resiste per diversi scambi. I due ace di Martinelli e Muzi valgono il nuovo preziosissimo massimo vantaggio per Akademia, che allunga ulteriormente fino al +6 (15-21). Lecco non ci sta e rosicchia 3 punti pesanti ad Akademia, costringendo Coach Bonafede al time out (18-21) che, però, non porta i frutti desiderati. Messina, a questo punto, non riesce a trovare la giusta determinazione e le padrone di casa ne approfittano, piazzando un lunghissimo break che vale la vittoria finale della partita (25-21). Il tabellino del match:

OROCASH PICCO LECCO-AKADEMIA MESSINA 3-0 (25-14, 26-24, 25-21)

LECCO: Rimoldi 0, Bracchi 9, Lancini 13, Casai (L) ne, Albano ne, Tresoldi 10, Bassi 5, Citterio ne, Belloni 0, Piacentini 10, Bonvicini (L) 0, Marmen ne, Rocca ne, Zingaro 2. All. Milano

MESSINA: Varaldo ne, Martinelli 8, Catania 2, Ciancio (L) 0, Martilotti 10, Mearini 6, Muzi 4, Brandi ne, Silotto ne, Robinson 14, Ebatombo 0, Faraone (L) 0, Pisano (L) ne. All. Bonafede

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pool Salvezza A2. L’Akademia Messina stecca all’esordio sul campo di Lecco

MessinaToday è in caricamento