rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Volley

Pool Salvezza A2. Terza vittoria di fila per l’Akademia Messina: 3-1 spettacolare contro Lecco

Successo prezioso per la squadra di coach Bonafede che è a soli 4 punti dal quinto posto

Altra prestazione super della Desi Shipping Akademia Sant’Anna che alla Cittadella Sportiva Universitaria, di fronte ad un pubblico calorosissimo che ancora una volta ha gremito le tribune dell’impianto sportivo universitario, ha regolato con un 3-1 finale la Orocash Lecco, ottenendo la terza vittoria consecutiva e, soprattutto, altri 3 punti fondamentali per la propria corsa salvezza. Match bello e spettacolare: le due compagini non si risparmiano e danno fondo a tutte le proprie energie regalando una partita bellissima e tirata fino alla fine. Ad avere la meglio, però, è un’Akademia Sant’Anna grintosissima e quadrata: una bella vittoria di gruppo con tanti fattori positivi sui quali porre l’attenzione, dai 54 punti in 2 di Robinson e Faraone alle percentuali altissime della Faraone, dalla fase a muro di alto livello della Mearini e della Martinelli ai punti preziosi della Martilotti. Una grande prova di squadra, che lancia con ancora più entusiasmo il team messinese in questa difficile lotta salvezza.

Primo set giocato con tanti strappi. Lecco in due occasioni trova l’allungo importante che potrebbe affossare la squadra di casa. Akademia, invece, ci crede e poco alla volta costruisce le rimonte, costringendo anche le lombarde ai vantaggi. Nell’extra set la Desi Shipping annulla diversi vantaggi alle ospiti, fino a quando due muri in successione della Maartinelli e della Ebatombo regalano la vittoria a Messina (30-28). Parte forte nella seconda frazione Akademia che costringe le lombarde ad inseguire praticamente per tutto il set, salvo un momentaneo sorpasso. Nel finale, però, arriva i break decisivo delle ragazze allenate da Coach Milano, che siglano il sorpasso e rimettono il match in equilibrio (23-25). Anche nella terza frazione Messina gioca con grande determinazione e costringe le ospiti ad inseguire. Dopo qualche resistenza iniziale, però, Muzi e compagne scappano via ed a nulla servono i tentativi di rimonta della Orocash, costretta a capitolare ed a consegnare il terzo game ad Akademia (25-17).

Bellissimo duello punto a punto nella quarta frazione: Messina prova a scappare ma trova sempre la reazione grintosa delle ospiti. Si procede in questo modo quasi fino alla fine, quando la Desi Shipping trova i punti utili per chiudere la contesa e portare a casa il match (25-23). Consueto starting six per la squadra di casa, che schiera la coppia Muzi-Ebatombo sulla diagonale palleggiatore-opposto, Martilotti e Robinson sono le due schiacciatrici mentre le centrali sono Martinelli e Mearini. Il libero è Faraone. Lecco risponde con la coppia Rimoldi-Bracchi sulla diagonale palleggiatore-opposto, le due schiacciatrici sono Lancini e Zingaro, mentre la coppia centrale è composta Piacentini e Tresoldi. Il libero è Bonvicini. Dopo il minuto di silenzio iniziale per la tragica scomparsa di Julia Ituma, si comincia a fare sul serio. Pronti via e Lecco va avanti di 3 grazie all’ottimo servizio della Lancii (per lei anche 1 ace), prima che la Ebatombo sigli il primo punto per la formazione di casa. La Orocash allunga ancora e si porta pericolosamente sopra di 5, costringendo Coach Bonafede a spendere il suo primo time out (1-6). Prima la Martilotti e poi il muro della Robinson permettono alla Desi Shipping di rosicchiare qualche punto alle avversarie che, però, riescono a mantenersi sopra di 3/4 lunghezze.

Messina non perde la testa e, con calma e determinazione, trova un break di 4-0 che porta il set in pareggio (8-8), salvo poi registrare la perentoria reazione delle ospiti che riscappano avanti di 3 (8-11). La Orocash allunga ancora e trova il nuovo +5 che costringe il Coach di casa al suo secondo time out (11-16), senza riuscire, però, a trovare la pronta reazione delle sue. Ci pensa poco dopo la Robinson ad interrompere il lungo digiuno della squadra di casa, dando il là ad un prezioso break di 4 punti con l’ottimo turno al servizio della Maritlotti (15-17 e time out speso da Coach Milano). Le lombarde tornano a segnare ma, in questa occasione, le siciliane non mollano la presa e rimangono a strettissimo contatto con le ospiti, avanti di 1/2 lunghezze. L’errore delle padrone di casa vale il nuovo +3 per Lecco (19-22) e costringe nuovamente agli straordinari un’Akademia che, con grande grinta, annulla due set point alle avversarie e porta il game ai vantaggi. Lecco si porta per diverse volte avanti ma la Desi Shipping non demorde ed annulla tutti i vantaggi delle ospiti, fino al muro della Martinelli che regala il set point alle sue (29-28 e time out ospite). Al rientro in campo il muro della Ebatombo è implacabile e regala a Messina il primo set del match (30-28).

Parte bene nel secondo set Akademia, che si porta subito avanti grazie anche all’ace della Martinelli e costringe le ospiti ad inseguire (6-3). Lecco non molla la presa e, poco alla volta, trova i punti che prima rimettono la frazione in equilibrio (6-6) e poi valgono il sorpasso (7-8). La Ebatombo si mette in proprio e sigla il contro sorpasso delle sue, che riscappano prima sul +2 e poi, con una grande fase difensiva ed il muro della Martilotti, allungano fino al +3 (13-10 e time out speso da Coach Milano). La Orocash tenta di rimettersi in carreggiata ma la Desi Shipping non accenna a rallentare e trova anche il momentaneo e prezioso +4 a metà frazione (16-12). Le lombarde non vogliono saperne di mollare e, poco alla volta, si portano a strettissimo contatto con le padrone di casa, trovando il prezioso 21-21 (con la complicità della difesa peloritana) e poi un contestato sorpasso che costringe Coach Bonafede al time out (21-22). Altro finale di frazione al cardiopalma: Akademia prima pareggia e poi, con la Robinson, trova il nuovo vantaggio (23-22). Lecco non ci sta e ne fa due di fila che valgono il contro sorpasso, trovando il punto della vittoria che riporta il conteggio dei set in equilibrio (23-25). Prima parte della terza frazione sulla falsa riga della seconda: Messina parte bene e scappa sul +8 dopo un’iniziale resistenza delle ospiti (8-4 e time out spesso da Lecco). Le ospiti trovano 2 punti di fila ma le padrone di casa si rimettono subito a correre e scappano fino al momentaneo +6, grazie alla splendida difesa della Faraone ed ai punti della Ebatombo e della Martilotti (12-6).

Lecco ne piazza 3 di fila e tenta di avvicinarsi, ma la Martinelli interrompe il break ospite e, subito dopo, il jolly della Muzi vale l nuovo +4 (15-11). Akademia non rallenta e scappa via sul nuovo +6, che determina il time out della panchina lombarda (18-12). La musica non cambia: la Orocash tenta una difficile rimonta ma le messinesi sono abili a tenere a bada le ospiti, gestendo con una grande fase difensiva e con tanta precisione in attacco il margine acquisito, allungando anche sul momentaneo +7 (21-14). Sul finale Akademia si allontana ancora e trova i punti che valgono il 2-1 nel conteggio dei set (25-17). Buona partenza della Desi Shipping anche nella quarta frazione, che riesce a scappare sul +2 salvo farsi raggiungere sul pari dalle ospiti, che riescono anche a trovare il sorpasso (5-7).

Le padrone di casa non ci stanno ed ingaggiano un bel duello punto a punto on le avversarie, trovano i punti che prima riportano in equilibrio il set, poi valgono il sorpasso con l’ace della Mearini (9-8). la partita sale ancora di intensità ed agonismo: si lotta punto a punto e, quando le peloritane trovano i punti del momentaneo +2, incontrano la pronta reazione delle lombarde che, però, dopo diversi tentativi trovano il 13 pari. Ancora una volta, però, le padrone di casa non si scompongono e riscappano sul +2, con un contestatissimo punto assegnato alle ospiti che sarebbe anche valso il momentaneo +3 ma che, invece, dà il là alla nuova rimonta delle ospiti (15-15). L’ace della Mearini stimola il nuovo allungo delle messinesi, adesso avanti di 3 (20-17 e time out speso da Coach Milano che, questa volta, ottiene l’effetto desiderato). Due muri in successioni di Mearini e Martinelli ricacciano indietro le ospiti, che si erano avvicinate pericolosamente, e portano nuovamente a 3 punti il vantaggio delle padrone di casa (22-19). Lecco ancora una volta non si perde d’animo e si avvicina al -1, salvo essere ricacciato indietro dalla Robinson (23-21 e time out ospite). Alla fine Messina non si lascia intimorire e trova i punti decisivi per conquistare anche la quarta frazione e portare a casa il match (25-23).

Ho detto sempre che non è importante come inizi ma come finisci - questo il commento post partita di Coach Bonafede - La squadra ha fatto dei passi da gigante e stasera ho avuto una grande risposta da parte di tutte: abbiamo difeso, abbiamo murato ed abbiamo giocato con dei terminali offensivi che hanno ottenuto delle percentuali pazzesche ma, nel complesso hanno giocato tutte molto bene. Le ragazze sono cresciute tanto, stanno esprimendo una grande pallavolo e, quindi, sono contento e soddisfatto”. Il tabellino del match

AKADEMIA MESSINA-OROCASH PICCO LECCO 3-1 (30-28, 23-25, 25-17, 25-23)

MESSINA: Varaldo ne, Martinelli 9, Catania ne, Ciancio (L) 0, Martilotti 5, Mearini 9, Muzi 1, Brandi ne, Silotto ne, Robinsonn 30, Ebatombo 24, Faraone (L) 0, Pisano (L) ne. All. Bonafede

LECCO: Rimoldi 1, Bracchi 14, Lancini 17, Casari (L) ne, Albano 5, Tresoldi 6, Bassi 10, Citterio ne, Belloni 1, Piacentini 8, Bonvicini (L) 0, Marmen 1, Rocca (L) 0, Zingaro 10. All. Milano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pool Salvezza A2. Terza vittoria di fila per l’Akademia Messina: 3-1 spettacolare contro Lecco

MessinaToday è in caricamento