rotate-mobile
Volley

Serie A2, l’Akademia Messina si rinforza con la vicecampionessa d’Italia Bintu Diop

Toscana di Castelfranco di Sotto (PI), mancina, classe ’02, 194 cm, ha iniziato a giocare all’età di dieci anni con la società del proprio paese

Sogna in grande l’Akademia Sant’Anna. Per chiudere la “prima diagonale” ha scelto uno degli opposti di maggiore prospettiva della pallavolo nazionale. Dalla serie A1 arriva Bintu Diop, ultima stagione con la casacca della Savino Del Bene Scandicci con cui ha disputato la serie di finali scudetto contro l’Imoco Volley Conegliano, le semifinali di Coppa Italia e i Quarti di Champions League. Come primo cambio della compagna e Nazionale azzurra Ekaterina Antropova, in 34 partite e 50 set giocati, Bi ha realizzato 44 punti dei quali 30 in attacco con una percentuale del 32,3, 9 ace e 5 muri.

Toscana di Castelfranco di Sotto (PI), mancina (classe 2002), 194 cm, ha iniziato a giocare all’età di dieci anni con la società del proprio paese, la Pallavolo Castelfranco. Nel 2018 si trasferisce alla Volleyrò Casal de’ Pazzi, società con la quale vince lo scudetto under 18 e viene premiata come MVP delle Finali Nazionali. Al termine di un biennio con la prestigiosa società giovanile laziale, resta nella Capitale per indossare la maglia della Roma Volley Club in A2, conquistando la promozione nella massima serie e totalizzando 29 presenze - 77 i set giocati - e 175 punti (162 in attacco con una percentuale del 43, 7 muri e 6 ace). L’esordio in A1 arriva nella stagione successiva a Perugia. L’opposto titolare è Valentina Diouf che a gennaio lascia l’Italia per trasferirsi in Polonia. Al termine della stagione saranno 24 le sue partite giocate – 75 i set - con 184 punti (152 punti con una percentuale del 33 %, 19 muri, 13 ace). Coach Davide Mazzanti la convoca in Nazionale, debuttando a Firenze. Nella sua prima partita da titolare, l’amichevole con la Croazia a Siena, mette a segno venti punti.

Selezionata per far parte della Nazionale Italiana impegnata ai Giochi del Mediterraneo, vince la medaglia d’oro al termine della manifestazione. Nella stagione 2022/23, da Perugia si sposta a Cuneo, sempre in A1. Con la formazione piemontese Bi cresce ancora; in 27 partite – 72 set giocati – saranno 186 i punti a referto (164 in attacco con una percentuale del 38,3 %, 14 muri e 8 ace). Nell’ultima annata, la soddisfazione di lasciare il segno, soprattutto dai nove metri (ben 4 ace, tutti in una “leggendaria serie” del 3° set di gara 2 - Semifinale Scudetto contro Vero Volley), giocando accanto ad atlete del calibro di Herbots, Zhu, Nwakalor, Washington e la già citata Antropova, solo per indicarne alcune. “Dovremo lavorare bene di squadra. I nomi del roster mi piacciono e pure parecchio; potremo fare un bellissimo lavoro insieme. Ci vorrà tanta costanza ed essere uniti sia dentro che fuori dal campo. Se si vive e si gioca bene, i risultati verranno da soli”. Per lei sarà la prima volta in Sicilia: “Non ci sono mai stata se non per giocare; fai la partita e rientri per cui non hai modo di conoscere davvero. Adesso, potrò vederla e studiarla”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A2, l’Akademia Messina si rinforza con la vicecampionessa d’Italia Bintu Diop

MessinaToday è in caricamento