Piero

Piero

Rank 0.0 punti

Iscritto giovedì, 28 gennaio 2021

Auschwitz o Dio? Un dilemma senza soluzione

"Per la religione cristiana la vita vera è quella dopo la morte. Sarebbe assurdo il contrario, cioè pretendere il benessere in questa vita, il benessere dei beni materiali e fisici, è quasi blasfemo."

3 commenti

Auschwitz o Dio? Un dilemma senza soluzione

"Mi scuso per aver scritto di fretta e commettendoerrori, ma davvero la considerazione terra terra del "se Dio esiste perché non ci fa stare tutti bene" è improponibile."

3 commenti

Auschwitz o Dio? Un dilemma senza soluzione

"Spiace dirlo, ma Primo Levi sbagliava di grosso, spinto da un fanatismo ateista e odio verso la religione, che lo spinse ad essere sostanzialmente ignorante in materia.
Il dilemma è semplicissimo e posso spiegarlo: il regno di Dio non è di questo mondo, mai fu promessa la felicità in questa vita, ne il benessere in questa vita. Sarebbe folle sostenere il contrario, basti pensare a tutti i santi martiri. Quello di Primo Levi è stato un pensiero di propaganda comunista.
Per la religione cristiana questa non è la vita definitiva, bensì quella dell'aldilà, e quindi tutte i ragionamenti fatti da Primo Levi perdono di significato. Ha detto una profonda stupidaggine."

3 commenti

Auschwitz o Dio? Un dilemma senza soluzione

"Per la religione cristiana la vita vera è quella dopo la morte. Sarebbe assurdo il contrario, cioè pretendere il benessere in questa vita, il benessere dei beni materiali e fisici, è quasi blasfemo."

3 commenti

Auschwitz o Dio? Un dilemma senza soluzione

"Mi scuso per aver scritto di fretta e commettendoerrori, ma davvero la considerazione terra terra del "se Dio esiste perché non ci fa stare tutti bene" è improponibile."

3 commenti

Auschwitz o Dio? Un dilemma senza soluzione

"Spiace dirlo, ma Primo Levi sbagliava di grosso, spinto da un fanatismo ateista e odio verso la religione, che lo spinse ad essere sostanzialmente ignorante in materia.
Il dilemma è semplicissimo e posso spiegarlo: il regno di Dio non è di questo mondo, mai fu promessa la felicità in questa vita, ne il benessere in questa vita. Sarebbe folle sostenere il contrario, basti pensare a tutti i santi martiri. Quello di Primo Levi è stato un pensiero di propaganda comunista.
Per la religione cristiana questa non è la vita definitiva, bensì quella dell'aldilà, e quindi tutte i ragionamenti fatti da Primo Levi perdono di significato. Ha detto una profonda stupidaggine."

3 commenti
MessinaToday è in caricamento