rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022

Ritardi negli atti di affidamento dei minori, la Calafiore convocata in commissione al Comune

I responsabili degli assistenti sociali, il dirigente De Francesco e l'assessore hanno relazionato sul caso sollevato dal Garante per l'Infanzia che assente ai lavori ha trasmesso una nota ai consiglieri con la diffida del tribunale

La "patata bollente" sui ritardi nella trasmissione al tribunale minorile degli atti sul destino dei minori del Centro affidi finisce in commissione al Sociale. Oggi l'assessore Alessandra Calafiore ha risposto alle domande degli esponenti politici sul caso nato dalle dichiarazioni del Garante per l'infanzia Fabio Costantino durante il convegno dello scorso mese in cui aveva denunciato la mancata trasmissione delle relazioni sui minori in affidamento da parte del Comune da circa due anni e aveva informato che, a firma congiunta, il 16 ottobre era stata mandata nota ufficiale a Palazzo Zanca per chiedere la trasmissione degli atti entro 60 giorni. Il dirigente comunale Salvatore De Francesco non è voluto entrare nel merito della questione sottolineando come la responsabilità diretta sui singoli atti è degli assistenti sociali che seguono le pratiche. Assente giustificato per altri impegni improrogabili il Garante che ha inviato una nota letta dal presidente di commissione Dino Bramanti in cui è stata allegata la diffida del tribunale minorile sui ritardi. Per la Calafiore non c'è nessun caso visto l'incontro e i chiarimenti già avuti con il presidente del tribunale dei minori Pagano e il fatto in questi ultimi due anni la pandemia ha colpito anche il personale che si occupa degli affidamenti dei minorenni. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Ritardi negli atti di affidamento dei minori, la Calafiore convocata in commissione al Comune

MessinaToday è in caricamento