rotate-mobile

VIDEO | Bellocchio insignito del dottorato Honoris Causa: "Sto lavorando sul dramma giudiziario di Enzo Tortora"

All'Università la cerimonia per il regista de Il traditore ed Esterno Notte: "Il cinema italiano è molto vivo"

Anche la neorettrice Giovanna Spatari, ancora non insediata, ha voluto salutare il regista Marco Bellocchio da oggi insignito all'Universtà del Dottorato di Ricerca Honoris Causa in Scienze Cognitive, curriculum “Teorie e tecnologie sociali, territoriali, dei media e delle arti performative”.

rettrice spatari e bellocchio

Bellocchio ha tenuto una Lectio Doctoralis dedicata alla sua produzione cinematografica, la Laudatio affidata al professore Federico Vitella, Ordinario di Cinema, fotografia e televisione.

Esponente del Nuovo cinema italiano degli anni Sessanta, tra i suoi successi più recenti figurano Il Traditore (2019), Esterno Notte (2022, per il quale ha ricevuto il David di Donatello per la Miglior Regia) e Rapito (2023, Nastro d’Argento per le categorie Miglior Film, Miglior Regista e Miglior Sceneggiatura).

Tra i maggiori riconoscimenti che gli sono stati consegnati, ci sono il Globo d’oro alla carriera dei giornalisti della stampa estera (2007), il Leone d’oro alla carriera della Mostra del cinema di Venezia (2011), il David di Donatello alla carriera dell’Accademia del cinema italiano, la Medaglia d’oro Benemeriti della Cultura e dell’Arte (2013), il Pardo d’onore del Festival di Locarno (2015), La Palma d’oro onoraria al Festival di Cannes (2021). Da marzo 2014 è Presidente della Fondazione Cineteca di Bologna.

Bellocchio sta preparando un lavoro su Enzo Tortora che presto vedremo in sala. 

Il regista sarà in sala prima della proiezione del suo film I pugni in tasca previsto alle 18,30 alla Sala Laudamo per salutare il pubblico. Questo incontro sostituirà quella precedentemente annunciato per venerdì 8 dicembre alla Sala Sinopoli.  Con inizio alle ore 17 è prevista la programmazione del Messina Film Festival- Cinema&Opera che omaggia con quattro opere Bellocchio.
La Giuria cortometraggi costituita da Marco Dentici, Elvira Terranova e Eugenio Tassitano ha scelto il miglior cortometraggio partecipante al concorso. A prevalere Con-divise di Maria Francesca Monsù Scolaro con la seguente motivazione “si distingue per un linguaggio cinematografico efficace ed emotivamente coinvolgente grazie anche ad un sapiente utilizzo della musica”. La Giuria ha altresì assegnato un Premio speciale andato a Othello 3.0 di Walter Corda, “meritevole di menzione per il valore delle componenti della messa in scena e l’apprezzabile tono dissacratorio che fa comunque riflettere su una piaga sociale come il femminicidio”

Video popolari

VIDEO | Bellocchio insignito del dottorato Honoris Causa: "Sto lavorando sul dramma giudiziario di Enzo Tortora"

MessinaToday è in caricamento